Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sguardi e oggetti nell'opera di Maurizio Cucchi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 0 Introduzione La poesia è miracolo non tanto perché conserva l'energia nel tempo, quanto perché rivela quel vuoto di senso,quella frattura, quell'evento imprevedibile e inspiegabile che è la struttura fondamentale dell'esistenza 1 . CESARE VIVIANI Analizzare e scrivere di poesia è sempre un compito arduo, tanto più che, nello scrivere un saggio, si è inevitabilmente costretti a prendere posizione, a fornire un'interpretazione il più possibile convincente e nello stesso tempo rispettosa dell'autonomia dei testi e della sensibilità dell'autore. Ho cercato, pur nell'evidente consapevolezza della parzialità e della contestabilità di ogni intervento critico e nell'ontologica soggettività dell'esegesi, di ovviare almeno parzialmente a questo problema intervistando Maurizio Cucchi. L' intervista, realizzata il 17 Dicembre 2004, si propone di approfondire alcune delle problematiche, delle criticità e delle questioni che mi sembrano fondamentali per un soddisfacente approccio sia alla poetica di Maurizio Cucchi sia, in generale, all'universo poetico italiano "secondonovecentesco" del quale Cucchi è senz'ombra di dubbio uno dei maggiori esponenti. 1 C.Viviani, Il mondo non è uno spettacolo, Milano, il Saggiatore, 1998, p.128

Anteprima della Tesi di Nicolò Canziani

Anteprima della tesi: Sguardi e oggetti nell'opera di Maurizio Cucchi, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Nicolò Canziani Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 930 click dal 13/05/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.