Skip to content

Definizione di Musicologia

Speculazioni sulla musica di carattere rigidamente formalista si possono rintracciare già nel Medioevo, sulla scorta dei precetti aristotelici, ma all'origine della musicologia intesa in senso moderno, la Musikwissenschaft (termine utilizzato sistematicamente a partire dal 1863 da Friedrich Chrysander; letteralmente ‘scienza della musica’, da cui il nostro musicologia), e dell’analisi musicale sta il formalismo positivista di Eduard Hanslick ("Il bello musicale", 1854), violenta reazione agli ultimi cascami romantici e punto di svolta dell’estetica musicale.
Le principali discipline che afferiscono alla musicologia e ne costituiscono i diversi ambiti di ricerca sono: storiografia, biografia, analisi, critica del testo, paleografia, lessicografia, organologia (lo studio degli strumenti musicali), iconografia, estetica, sociologia, antropologia (da cui l’etnomusicologia), filosofia, psicologia, gender studies (studi sul rapporto genere-sessualità/musica).

di Gabriele Marino

Visita la sua tesi » «Paesaggi immaginari»: critica ufonica e discografia potenziale - Recensioni e dischi (im)possibili nel giornalismo rock