Skip to content

MASTER E LAVORO


Costruisci il tuo futuro

 
 
 

MASTER E LAVORO


Costruisci il tuo futuro

News Formazione 

Con Trump studiare in America è meno appealing?

14 novembre 2016

Con Trump studiare in America è meno <em>appealing</em>? Mentre il settore dell’education americano festeggia il superamento nello scorso anno di un milione di studenti stranieri, secondo i recenti dati di Open Doors, c’è chi si interroga su quale sarà il futuro dei programmi studio internazionali nel mutato panorama politico.

Secondo Philip G. Altbach e Hans de Wit del Center for International Higher Education del Boston College, non c’è dubbio che "stiamo entrando in un periodo, generalizzato, di crescente nazionalismo, xenofobia e politiche reazionarie".

Le conseguenze dei cambiamenti in corso, concretizzati dalla Brexit o dalla vittoria di Trump, avranno impatto - secondo i due ricercatori - sui flussi internazionali degli studenti.

"E’ importante tenere a mente che la scelta degli studenti su dove studiare è basata tanto su fattori emozionali e sociali quanto accademici".
Scelte reazionarie come quelle dell’America o dell’Inghilterra modificano l’immagine che si ha all’estero di queste nazioni.
E uno studente non desidera stabilirsi in una società evidentemente non accogliente e che crea "muri" burocratici, se non reali, e altri impedimenti a chi si vuole trasferire.
Lasciando così margine ad altre realtà come Canada, Australia, Irlanda, Cina, India che si fanno avanti con nuove proposte accademiche aperte agli stranieri.

Il timore di Altbach e de Wit è anche quello di veder ridotti o cancellati i programmi studio internazionali già esistenti.
Una tendenza che potrebbe diffondersi in altri stati in linea con la chiusura delle frontiere e le politiche isolazioniste.
Un pensiero che rieccheggia gli allarmismi europei per il programma Erasmus in occasione della Brexit.

La soluzione per l’higher education americana - e per chi vuole restare una meta per gli studenti internazionali - resta in ogni caso quella di proporre un programma accademico di qualità, insieme ad un'accogliente comunità di studio.