Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

L'Intesa preme perché l'Italia attacchi la Germania

2 luglio 1916

L'ambasciatore francese a Roma, Camille Barrère, comunica all'ex-ministro delle Colonie, Ferdinando Martini, che il perdurare dell'astensione italiana dalle ostilità contro la Germania avrebbe serie ripercussioni nelle relazioni interalleate del dopoguerra, e quindi sulla futura spartizione dell'Asia Minore. Le considerazioni dell'ambasciatore francese, seppur fatte in tono amichevole, hanno indubbiamente un loro fondo di verità. Un'improvvisa conclusione della pace tra le coalizioni avversarie porrebbe l'Italia in una situazione diplomatica difficile: sarebbe alquanto arduo sostenere davanti alle potenze dell'Intesa di aver adempiuto in maniera scrupolosa agli obblighi contratti, e questa sarebbe senz'altro un'arma nelle mani di coloro che vogliono ridurre le pretese territoriali italiane.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Entra in vigore l'Atto unico europeo
  Evento successivo

Nasce l'Associazione Italiana Calciatori