Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Crisi di Suez: Eisenhower tenta di frenare Eden

31 luglio 1956

Eisenhower scrive a Eden, in merito alla crisi aperta dalla nazionalizzazione del Canale di Suez: «Riconosciamo il valore inestimabile del canale per il mondo libero e la possibilità che alla fine l'uso della forza diventi necessario per proteggere il diritto internazionale. Ma vogliamo sperare che attraverso una conferenza in cui siano rappresentati i firmatari della convenzione del 1888, insieme ad altre potenze marittime, sia possibile determinare forti pressioni sul governo egiziano». Prefigurato in questa dichiarazione c'è un po' tutto il successivo andamento della crisi: gli inglesi da un lato desiderosi di agire esemplarmente contro l'Egitto, ma timorosi di farlo senza l'avallo americano; Washington a sostenere vigorosamente i partner europei, ma non fino al punto di scatenare una guerra; soluzioni pacifiche e negoziali sempre originate dagli americani, e accettate con un po' di amaro in bocca soprattutto dai francesi; infine, un tardivo e avventato strappo anglo-francese che provoca le ire statunitensi e un confronto militare inutile e pericoloso.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La Legge Amato riorganizza il settore bancario
  Evento successivo

La nuova Costituzione cubana