Skip to content

Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

I capi templari confermano le loro confessioni

14 agosto 1308

I cardinali Berengar Frédol, Landolfo Brancaccio ed Etienne de Suisy si recano a Chinon con il compito di interrogare le personalità dell'Ordine del Tempio e di riferire immediatamente al papa. Le aspettative di Clemente V sono tradite nuovamente dal Molay, da Charney, Pairaud e da Gonneville, questa volta accompagnati da Raimbaud de Caron, precettore della provincia di Cipro: i capi dell'Ordine confermano le confessioni dell'anno precedente, gettando Clemente nella disperazione e il Tempio nel baratro dell'eresia, nonostante l'abiura inevitabile e la riconciliazione con la Chiesa, concessa a tutti e cinque gli imputati. Infatti, quando Clemente ha preteso che i capi dell'Ordine deponessero innanzi a lui personalmente, sperava di poter allentare il vincolo di timore che stringeva i dignitari al pugno di Filippo il Bello, ed eventualmente di raccogliere (alfine!) delle dichiarazioni di innocenza.

Tesi correlate:

  • Il processo all'Ordine dei Templari in Francia - Profili giuridici
    di Alberto Lapidari
Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

I colloqui di Salisburgo e Berchtesgaden
  Evento successivo

Herbert Kappler fugge dall'ospedale militare del Celio