Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Il governo approva i primi provvedimenti razziali

1 settembre - 2 settembre 1938

Dopo aver avvelenato a sufficienza l'opinione pubblica con la campagna di stampa, il Pnf è pronto a passare alla fase legislativa della persecuzione contro gli ebrei. Il Consiglio dei Ministri esamina e approva i primi provvedimenti legislativi "razziali", riguardanti gli ebrei stranieri e la scuola: il Rdl 1381/1938 (Provvedimenti nei confronti degli ebrei stranieri), il Rdl 1539/1938 (Istituzione, presso il Ministero dell'Interno, del Consiglio superiore per la demografia e la razza), il Rdl 1531/1938 (Trasformazione dell'Ufficio centrale demografico in Direzione generale per la demografia e la razza), il Rdl 1390/1938 (Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista) e il Rdl 1630/1938 (Istituzione di scuole elementari per fanciulli di razza ebraica). I primi tre sono proposti dallo stesso Mussolini ed esaminati direttamente il primo giorno; gli altri, proposti dal ministro per l'Educazione nazionale Bottai, sono esaminati il 2 settembre. Nei giorni successivi venigono poi firmati dal re e da Mussolini ed ufficialmente promulgati.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Statuto speciale per il Trentino - Alto Adige
  Evento successivo

Il Dipartimento della Difesa crea Arpanet