Skip to content

Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28

Soppresso il Ministero della Marina, Agricoltura e Commercio

26 febbraio 1852

In un disegno di generale riordinamento dell'apparato amministrativo dello Stato sabaudo, con R.D. n. 1348 viene disposta la soppressione del Ministero della Marina, Agricoltura e Commercio e la ripartizione dei suoi servizi tra i Ministeri delle Finanze, dell'Interno, dell'Istruzione pubblica e dei Lavori pubblici. Più precisamente vengono devolute al Ministero delle Finanze tutte le attribuzioni concernenti il commercio, l'industria, i pesi e le misure e la concessione di fiere e mercati. Viene anche provvisoriamente unito a detto Ministero, nell'attesa dell'emanazione di una normativa specifica, il Dipartimento della Marina. Al Ministero dell'Interno spettano (e su questa assegnazione si potrebbero avanzare delle riserve), l'agricoltura, il regime dei boschi, la caccia, la pesca e la statistica. Al Ministero dell'Istruzione pubblica vengono affidati tutti i compiti che si riferiscono alle scuole di preparazione tecnico-professionale, mentre al Ministero dei Lavori pubblici tutte le attribuzioni relative alle miniere.

Tesi correlate:

  • Il Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato
    di Massimo Pelo
Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Inizia la destalinizzazione
  Evento successivo

La Dichiarazione di Tokyo