Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Il Ministero dell’Industria, del Commercio e del Lavoro

22 giugno 1916

Il Governo italiano, per far fronte alle pressanti esigenze economiche e sociali del grande conflitto, con R. D. n. 755 istituisce il Ministero dell'Industria, del Commercio e del Lavoro.
Il decreto reale separa, per la durata della guerra, il Ministero d'Agricoltura da quello dell'Industria e del Commercio, formando due distinti Ministeri: quello d'Agricoltura e l'altro d'Industria e Commercio, aggiungendo a questo anche il lavoro. Al Ministero per l'Agricoltura vengono assegnati i servizi generali e speciali relativi all'agricoltura, all'insegnamento agrario, alle industrie agrarie, alla statistica agraria e alle miniere (art. 2), mentre al Ministero per l'Industria, il Commercio e il Lavoro, i servizi relativi al commercio, all'industria, ai pesi e misure, alla proprietà intellettuale, alla statistica e al lavoro (art. 3).
Lo Stato diviene il motore del sistema industriale, organizzando la produzione in funzione delle necessità sempre crescenti della guerra.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Ezio Forzatti stacca il respiratore alla moglie in coma
  Evento successivo

Nasce Finsider