Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

La Legge Basaglia

13 maggio 1978

Viene approvata una nuova Legge (n. 180) sul problema del trattamento psichiatrico. Questa legge è dovuta al lavoro tenace di Franco Basaglia, che ha iniziato da alcuni anni la sua lotta al cambiamento presso l'Ospedale Psichiatrico di Gorizia e poi presso l'Ospedale Psichiatrico di Trieste.
I principali cambiamenti portati da questa legge sono:
- Si passa dall'obbligatorietà della custodia alle garanzie del Trattamento Sanitario Obbligatorio (T.S.O.). Il ricovero è considerato un momento eccezionale dell'assistenza che ha carattere, ora, territoriale ed extra ospedaliero. La gestione del ricovero ospedaliero è affidata ai medici dei servizi territoriali. E' importante perciò sottolineare che questa legge segna la fine, in modo definitivo, dell'ospedale psichiatrico in qualsiasi forma. L'"iter" medico e il T.S.O. non sono più seguiti dall'autorità di Pubblica Sicurezza e dalla Magistratura, perché decade il concetto di pericolosità e il paziente, essendo prima di tutto uomo e cittadino, mantiene i suoi diritti. Il T.S.O. ha uno scopo prettamente transitorio e controllato in modo da evitare l'abbandono terapeutico e giuridico. I pazienti, ospitati e ricoverati negli ospedali psichiatrici, dovranno passare da un ricovero obbligatorio a quello di tipo volontario.
- Si passa dall'internamento al concetto di cura. Si supera il concetto di pericolosità del paziente per arrivare a quello di disagio mentale con obiettivo di cura seguito da un progetto
terapeutico/riabilitativo. Si cerca di studiare sia l'individuo malato sia il suo ambiente dove la sofferenza psichica, la maggior parte delle volte, nasce e si sviluppa.
- Si supera il manicomio come istituzione di reclusione, fino ad arrivare ai servizi dipartimentali di Salute Mentale. Con l'abolizione dei manicomi sancito dalla legge n. 180 dovrebbe crearsi una nuova situazione d'assistenza psichiatrica. Dovrebbero nascere perciò nuove strutture e nuovi servizi territoriali anche di tipo domiciliare. I nuovi obiettivi sono di tipo preventivo e di tipo riabilitativo.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Si vota per la legge sul divorzio
  Evento successivo

Proclamato lo Stato d'Israele