Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I fondamenti biologici del linguaggio secondo Noam Chomsky. Grammatica Universale e dati sperimentali.

La tesi affronta il cosiddetto "Orientamento biologico" della teoria linguistica chomskiana, mettendolo a confronto con teorie alternative e con le più recenti acquisizioni in ambito neuroscientifico sulla natura biologica del linguaggio.

Mostra/Nascondi contenuto.
,1752'8=,21(     8QDWHRULDGHOODFRQRVFHQ]DOLQJXLVWLFDDOODSURYDGHLGDWL Il presente lavoro tratta l’«orientamento biologico»1 della linguistica chomskia- na e gli ultimi sviluppi delle ricerche sui fondamenti biologici del linguaggio in relazio- ne alle ipotesi formulate dalla teoria della Grammatica Universale (GU), della quale Noam Chomsky è il fondatore. Secondo Chomsky OD)DFROWjGHO/LQJXDJJLR(FL)KD XQ¶RULJLQHELRORJLFDGHWHUPLQDWDJHQHWLFDPHQWHHVLVYLOXSSDQHOO¶XRPRJUD]LH DOO¶DSSRUWRIRQGDPHQWDOHGHJOLVWLPROLDPELHQWDOL FXOWXUDOL  Concentrando le attenzioni sull’orientamento biologico della GU, non ci occupe- remo degli aspetti relativi alla semantica e alla pragmatica linguistica: per quanto con- cerne la prima, in ogni caso, non mancheremo di fornire minime indicazioni laddove necessario per l’argomento della tesi. Riguardo alla pragmatica Chomsky non fornisce alcun contributo scientificamente rilevante. La scelta di analizzare come la teoria chomskiana affronta la natura biologica del linguaggio è dettata da almeno due motivazioni: la prima è che, considerando gli attuali progressi nel campo delle neuroscienze (specialmente le nuove tecniche d’indagine sul metabolismo cerebrale), sembra che ci stiamo avvicinando a nuove ed interessanti sco- perte su alcuni dei “meccanismi di funzionamento” della nostra mente; il linguaggio, 1 Cfr. Moro (2003); ogni rimando di pagina ad opere originariamente edite in lingue straniere si riferisce - ove disponibile - alla traduzione italiana; all’interno delle citazioni, eventuali corsivi e parentesi tonde so- no ad opera dell’autore citato, se non specificato diversamente. Il testo contenuto tra le parentesi quadre è opera nostra. Le virgolette «...» sono impiegate per citazioni da altri testi, mentre le virgolette “...” , così come il corsivo non virgolettato, sono utilizzate per evidenziare alcune parole o concetti particolarmente rilevanti. I riferimenti bibliografici completi, riportati in nota a piè di pagina, riguardano pubblicazioni non direttamente prese in esame; in questo caso viene comunque sempre riportato il testo da cui tale rife- rimento è stato estratto.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Lorenzo Messeri Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24352 click dal 21/10/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.