Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'interazione on line ieri, oggi e domani: aspetti tecnologici, sociologici e di business

La tesi è suddivisa in due parti: nella prima viene analizzata l'interazione in Rete dal punto di vista tecnologico, filosofico, psicologico, linguistico e sociologico. E' stata anche effettuata una ricerca fra gli utenti delle chat al fine di poter avere un riscontro pratico di quanto visto a livello teorico. Nella seconda parte viene analizzata la nuova tecnologia dei social network, da poco diffusa negli Usa: dopo un'introduzione a livello sociologico, si parla del fenomeno Friendster e di altri social networks presenti su Internet. Successivamente vengono sviluppate ipotesi e considerazioni sull'applicazione di questa tecnologia nell'ambito del Knowledge Management. Infine ne viene analizzato il modello di business e vengono effettuate ipotesi di penetrazione del fenomeno social networks in Italia

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Capitolo 1 - Introduzione Questa tesi si compone di due parti: la prima, intitolata “L’interazione on line ieri ed oggi”, intende offrire una panoramica dal punto di vista tecnologico, sociologico e psicologico delle varie forme di socializzazione on line; la seconda, intitolata “L’interazione on line oggi e domani”, presenta analisi e riflessioni sulle prospettive future della socializzazione in Rete, partendo dal recente successo negli Stati Uniti di una nuova forma di interazione via Internet, i social network. La prima parte della tesi si apre con un capitolo che propone una panoramica delle diverse forme di interazione attualmente disponibili in Rete: esse vengono analizzate dal punto di vista tecnico e comunicativo e si offre anche un excursus storico che racconta come sono nate e come si sono evolute nel tempo. Sono state suddivise in due gruppi, a seconda di come avviene l’interazione fra i soggetti coinvolti: forme di comunicazione asincrona (mailing list, newsgroup, forum e blog) e forme di comunicazione sincrona (web chat, IRC, MUD e MOO). Infine nell’ultimo paragrafo viene offerta un’analisi tecnica e comunicativa delle comunità virtuali: per una loro valutazione dal punto di vista sociologico (ed in una prospettiva internazionale) si rimanda al capitolo 7. Vengono descritti i principali servizi da esse offerti, soffermandosi in maniera particolare sui servizi di dating, che recentemente stanno avendo un interessante successo, e successivamente vengono riportati alcuni esempi concreti di comunità italiane di successo, analizzando le funzionalità offerte ed il loro modello di business. Si è scelto di dare uno sguardo più approfondito ad Atlantide, la community del portale Virgilio, poiché si tratta di una delle prime comunità italiane ed è anche una delle più frequentate e, a mio parere, una di quelle che presenta un’interfaccia più efficace ed accattivante dal punto di vista grafico e comunicativo. Vengono inoltre presentate Digiland, la community di Libero, Tripod, quella di Lycos, Clarence, MSN e Supereva, nonché due community dedicate ad un argomento specifico, cioè Risorse.net e

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Serena Chiarle Contatta »

Composta da 502 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1906 click dal 08/11/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.