Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Diritto penale ed immigrazione: tra tecniche di tutela ed esigenze di riforma

CapitoloI
Nel primo capitolo vengono illustrati i principi fondamentali del diritto penale, ovvero il principio di legalità, nelle sue varie articolazioni (riserva di legge, irretroattività, tassatività e divieto d'analogia); il principio di sussidiarietà del diritto penale e la connessa tematica dei beni giuridici penalmente rilevanti; il principio di necessaria lesività; la teoria della funzione della pena in relazione al dettato costituzionale; il principio della personalità della responsabilità penale. I principi vengono analizzati singolarmente e nei molteplici legami che intercorrono tra di loro.

Capitolo II
Il capitolo II è un'analisi della pregressa normativa in tema d'immigrazione; viene esposto l'intero contenuto della legge Turco - Napolitano: i principi generali, la normativa in tema d'ingresso, espulsione e respingimento alle frontiere, le disposizioni relative al lavoro, al diritto all'unità familiare e alla tutela dei minori e quelle che riguardano la materia sanitaria, l'istruzione, l'alloggio. Dopo questa panoramica generale l'attenzione si focalizza sulle disposizioni penali e d'interesse penale contenute nel T.U. (art.6, 9, 12 e 22 T.U.), con riferimenti anche agli art.600 e ss. c.p.; il capitolo si conclude con le considerazioni conclusive sui risultati raggiunti dalla legge, considerazioni che introducono la tematica del capitolo successivo, ovvero la riforma della normativa.
Capitolo III
Lo schema del capitolo è simile a quello precedente: esposizione delle novità introdotte dalla nuova legge Bossi - Fini nelle varie aree del diritto, al fine di individuare la ratio complessiva del sistema, e successiva disamina dei punti più controversi della normativa; in particolare vengono affrontati i temi del rilievo delle impronte digitali, delle nuove possibilità d'ingresso tra domanda ed offerta di lavoro, della discrezionalità nella determinazione dei flussi, del nuovo sistema delle espulsioni, della possibile estensione del diritto al voto e della normativa in tema di asilo. Queste ed altre tematiche sono oggetto di un dibattito dottrinale ancora in fieri di cui si cerca di dar conto nell'esposizione.


Capitolo IV
Nell'ultimo capitolo s'illustrano le prospettive di riforma della legislazione sul fenomeno migratorio nel diritto comparato. L'analisi riguarda gli ambiti di operatività della legislazione europea nel campo dell'immigrazione, la normativa sul tema già prodotta dall'Unione e quella che è in corso di elaborazione e si conclude con la prospettazione delle strade percorribili per una reale armonizzazione nella regolazione del fenomeno. Nella seconda parte del capitolo vengono esposte le prospettive di riforma nel diritto internazionale ed una recentissima analisi statistica del fenomeno; infine le considerazioni conclusive contengono delle proposte di orientamento per una possibile diversa regolazione del fenomeno migratorio.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I : I principi generali del diritto penale -7- CAPITOLO PRIMO : I PRICIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE Premessa Questo primo capitolo viene interamente dedicato all'analisi dei principi generali del diritto penale ed assume - come vedremo - un'importanza fondamentale nello studio del problema dell'immigrazione. In particolare dall'analisi del dettato costituzionale sarà possibile enucleare quali siano i beni ed i valori di riferimento e, tra essi, quelli penalmente rilevanti, in base al principio di sussidiarietà.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Maria Teresa Mazzitelli Contatta »

Composta da 270 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10676 click dal 08/11/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.