Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sito web della biblioteca pubblica

[ITALIAN ABSTRACT]
La tesi si configura come uno studio sulla progettazione e l'analisi di un sito web di una biblioteca pubblica.
Partendo dalla nascita di Internet e del WWW, dalla definizione del concetto di "biblioteca pubblica" secondo gli standard internazionali e le norme in materia, si passa poi a definire la biblioteca pubblica online.
Il sito web trasmette un'altra "idea" di biblioteca: quale risultato produce nello staff e per l'utente remoto, che vantaggi ci sono e per chi, quali problematiche e scenari si aprono per le biblioteche sul web?
Attraverso una ricca galleria di esempi, si tracciano le norme sull'usabilità di un sito web, la ricerca delle informazioni, i servizi di e-publishing, l'analisi del target utenti.
Si analizza poi il servizio web bibliotecario anche alla luce anche delle recenti normative nazionali ed internazionali sull'accessibilità.
Un capitolo è dedicato ad un test di usabilità di un sito web di una biblioteca pubblica a cui ho partecipato come tester.
In appendice, tre interviste con bibliotecari-webmaster, che raccontanto la loro esperienza di lavoro e professionale.


[ENGLISH ABSTRACT]
This thesis is a study on the layout and analysis of a public library’s website.
Starting from the creation of Internet and WWW, it considers the definition of ‘public library’ according to international standards and applicable regulations, and thus defines public library on-line .
A website provides a new kind of library, so what difference does it make to the staff or to the remote user ? What advantages are there and who enjoys them ? What problems and horizons may the web offer to libraries today ?
Several examples instruct on how to use a website, search for information, use e-publishing as well as find target-users.
The web-library service is analyzed following the latest national and international regulation on access to disabled and minorities.
One chapter illustrates a project on the usability of a public library website in which the author herself along with four other testers took part.
The appendix consists of three interviews with webmaster librarians who tell about their own professional experience in Italy.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 PREFAZIONE Ogni prefazione è un una confessione, e anche questa non sfuggirà alla regola. Il presente lavoro nasce da una passione e da un profondo convincimento (oppure certezza). La passione è quella che da sempre nutro verso i computer, l’informatica e le nuove tecnologie offerte dalla Rete, dal World wide web e dallo scambio dell’informazione via elettronica (passione che ho avuto modo di approfondire in precedenti studi e corsi). Il convincimento è quello di chi pensa che si può concretamente migliorare la vita delle persone con le nuove forme di comunicazione e scambio dati: ovviamente se opportunatamente progettati, pensati e motivati. Se il web ci consente di amplificare il pubblico, la comunicazione e lo scambio dei dati, si capisce, come la biblioteca pubblica non può che trovarne potente giovamento. Il presente lavoro si inquadra anche alla luce di due mie esperienze personali. Nel 2002 avuto modo di collaborare con la comunità ebraica milanese per celebrare la Giornata della Memoria. Partendo da un sito web2 già esistente, basato su una newsletter di vari argomenti (libri, cucina, eventi, itinerari ed umorismo ebraico), che viene poi indicizzata, il sito puntava ad essere un primo approccio, informale, amichevole e collaborativo al mondo ed alla cultura ebraica. Con la giornata della Memoria del 2002, si decise di concentrare le energie su questo evento, perché alcuni iscritti e responsabili del sito notarono, che i mass media italiani non davano a questa ricorrenza (almeno agli esordi) il dovuto peso. Tramite la newsletter si lanciò l’idea di fare delle pagine di eventi dalle città, chiedendo ad ogni iscritto di segnalarci le iniziative delle varie città e paesi d’Italia di cui fosse a conoscenza, nonché di fare delle pagine di approfondimento dedicate alla Giornata. Io mi occupavo di “coprire” la mia regione, la Toscana, (ancora oggi dopo due anni, non mancherò di ringraziare i bibliotecari toscani che conosco per avermi aiutato a raccogliere informazioni 2 Vedi <http://www.puntoj.com/>.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Annalisa Serafini Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7256 click dal 19/11/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.