Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi e sperimentazione di una piattaforma open-source ibrida VoIP e TDM

La trasmissione di voce in tempo reale su una rete basata sul protocollo IP (Internet Protocol), conosciuta anche come VoIP (Voice over IP), sta attirando molta attenzione da parte di tutte le realtà interessate ad investire nelle tecnologie emergenti in Internet. Il motivo di tale attrazione è da ricercare non solo nella potenziale riduzione in termini significativi del costo delle comunicazioni vocali a lunga distanza, ma soprattutto nei vantaggi operativi e di semplificazione delle infrastrutture. In più, la telefonia su IP apre la strada a nuovi e avanzati sistemi in aggiunta alla comunicazione verbale, quali il video conferencing, l'application sharing e il white-boarding, capaci di rivoluzionare l'interazione e l'operatività a tutti i livelli. Infine, una nuova classe di prodotti emergente sul mercato, chiamati Internet Telephony Gateways e capaci di rendere operativo l'interscambio di dati tra reti telefoniche pubbliche e reti IP, ha reso disponibili i benefici di VoIP anche da un semplice telefono connesso alla normale rete telefonica.
In una prima fase di questo lavoro di tesi, si sono studiati i due principali standard per la telefonia su IP. In particolare, si è analizzata la raccomandazione H.323 e tutti i protocolli su cui fa affidamento, nonché tutte le entità funzionali di una tipica architettura di rete basata su tale standard. Analogamente, si è analizzato il protocollo SIP ed i tipici componenti di una rete che sfrutta questo protocollo per trasmettere la voce a pacchetti.
Sono state effettuate numerose prove di comunicazione, di cui si è anche analizzato il flusso di pacchetti, al fine di comprendere meglio il funzionamento dei vari componenti di rete.
In una seconda fase, si è installata, configurata, analizzata e testata la piattaforma Asterisk, un PBX open-source che permette di gestire in maniera molto funzionale le comunicazioni VoIP. In particolare, il server Asterisk può operare da SIP Registrar e Location Server, così da gestire chiamate SIP per client che si sono preventivamente registrati, ed ha la possibilità di interfacciarsi con un Gatekeeper H.323. In questo modo, mediante Asterisk è possibile realizzare l’interoperabilità di reti VoIP basate su due protocolli eterogenei come, appunto, SIP e H.323.
È stata testata l’efficienza di Asterisk, anche in termini di servizi supplementari quali caselle vocali, redirezione e filtri delle chiamate, ecc., e sono state rilevate e studiate eventuali anomalie.
Altra funzionalità interessante esaminata è la possibilità di realizzare un gateway sulla rete commutata tradizionale (PSTN), che come noto è una rete TDM; per farlo è necessaria l’installazione e la configurazione di schede hardware prodotte dalla Digium, cui, tra l’altro, è anche possibile attestare dei normali telefoni analogici.
Anche in questa fase, ovviamente, si è attentamente analizzato il flusso di pacchetti risultante dalle numerose prove effettuate e si sono ampiamente documentati i risultati ottenuti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La trasmissione di voce in tempo reale su una rete basata sul protocollo IP (Internet Protocol), conosciuta anche come VoIP (Voice over IP), sta attirando molta attenzione da parte di tutte le realtà interessate ad investire nelle tecnologie emergenti in Internet. Il motivo di tale attrazione è da ricercare non solo nella potenziale riduzione in termini significativi del costo delle comunicazioni vocali a lunga distanza, ma soprattutto nei vantaggi operativi e di semplificazione delle infrastrutture. In più, la telefonia su IP apre la strada a nuovi e avanzati sistemi in aggiunta alla comunicazione verbale, quali il video conferencing, l'application sharing e il white-boarding, capaci di rivoluzionare l'interazione e l'operatività a tutti i livelli. Infine, una nuova classe di prodotti emergente sul mercato, chiamati Internet Telephony Gateways e capaci di rendere operativo l'interscambio di dati tra reti telefoniche pubbliche e reti IP, ha reso disponibili i benefici di VoIP anche da un semplice telefono connesso alla normale rete telefonica. In una prima fase di questo lavoro di tesi, si sono studiati i due principali standard per la telefonia su IP. In particolare, si è analizzata la raccomandazione H.323 e tutti i protocolli su cui fa affidamento, nonché tutte le entità funzionali di una tipica architettura di rete basata su tale standard. Analogamente, si è analizzato il protocollo SIP ed i tipici componenti di una rete che sfrutta questo protocollo per trasmettere la voce a pacchetti.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro Amirante Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4359 click dal 22/11/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.