Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Università di Bologna ed handicap: chi studia valuta i servizi

Analisi della situazione degli studenti disabili, con particolare attenzione all'Università di Bologna. Interviste a chi offre i servizi (Delegato dal Rettore per l'handicap, Ufficio disabili, Presidi di Facoltà,...) e a chi ne usufruisce (studenti con deficit). Analisi di eventuali supporti per migliorare la qualità della vita di questi studenti (es.: corsi sull'integrazione scolastica).

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE In tale elaborato presento i risultati di un'indagine statistico - conoscitiva inerente i servizi offerti agli studenti disabili da parte dell’ Università di Bologna; è stata inoltre realizzata un’analisi di tipo qualitativo della realtà in cui vivono le persone con deficit iscritte presso tale Ateneo. Nel novembre 2001 a Rimini si è svolto il Terzo Convegno Internazionale dal tema “La Qualità dell’integrazione nella scuola e nella società”, organizzato dalla Casa Editrice Erickson in collaborazione con l’Università di Bologna, la Regione Emilia Romagna, la Regione Autonoma Trentino Alto Adige, la Provincia di Rimini e il Ministero della Pubblica Istruzione. In tale occasione sono stati approfonditi i temi inerenti la formazione e l’integrazione di ciascun individuo all’interno della scuola e, in generale, all’interno della società, con particolare riferimento ai ragazzi disabili ma non solo. Infatti Marina Cogo ha precisato: “Se crescere in modo armonico e prepararsi adeguatamente all'inserimento nella vita e nel lavoro è un compito difficile per la generalità dei giovani, lo è ancor di più per chi deve misurarsi con situazioni di particolare disagio o svantaggio. Quindi il grande obiettivo di una scuola di qualità deve tradursi in un'opportunità per tutti, in particolare per chi deve confrontarsi con ostacoli di tipo personale o di relazione.” 1 Per questo motivo è stata approfondita la realtà esistente presso l’Università bolognese, prendendo in considerazione innanzitutto gli studenti iscritti presso cinque diverse Facoltà ovvero Lettere, Scienze della Formazione, Giurisprudenza, Economia e il Corso di 1 Saluto della Presidente della Regione Autonoma Trentino Alto Adige/Sudtirol Margherita Cogo in occasione del 3° Convegno "La Qualità dell'integrazione nella scuola e nella società", Rimini, 9-11 novembre 2001.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Renata Piccolo Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2285 click dal 01/12/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.