Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strumenti e metodi del processo editoriale in linea: analisi delle realizzazioni attuali

Analisi dei ruoli e dei processi di lavoro che portano alla pubblicazione finale on line e studio delle modalità con cui un supporto informatico può integrare ogni fase del ciclo editoriale per perfezionarne e velocizzarne la gestione, solitamente lenta e costosa. Uno sguardo completo e sintetico sulla peer-review, i problemi collegati ad essa e i progetti di risoluzione dei maggiori teorici della pubblicazione online.
Lo studio del processo editoriale dei periodici on line ha condotto la ricerca verso teorie riguardanti l’organizzazione informatica dei processi di lavoro (Workflow Management Systems) e la gestione dell’informazione tra gli attori di un team professionale (Knowledge Management), soffermandosi sulle loro realizzazioni concrete nel mondo dell’editoria.
Case study della realizzazione software promossa da eLib, EPRESS, di cui è fornita un’ampia documentazione ad accesso libero e una versione dimostrativa, completamente accessibile via Web, che permette di osservarne il funzionamento e la facile usabilità.
EPRESS integra le funzioni di database a servizi per l’amministrazione del lavoro e il mantenimento dei contatti all’interno del team editoriale. Il software, che attua le potenzialità professate dalle teorie di cui si è parlato in precedenza, è un esempio concreto di come l’informatica possa davvero, al di là delle utopie, migliorare anche i processi più “tradizionali”.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Sono ormai più di dieci anni che Internet, abbandonato lo stato di strumento tecnologicamente avanzato per pochi iniziati, si diffonde col Web in tutto il mondo, permettendo a milioni di persone un facile accesso a quella che ora è considerata l’invenzione simbolo dell’età postmoderna. È passato il tempo necessario affinché le speculazioni teoriche, i progetti, i sogni che hanno accompagnato e anche contribuito a creare la “rivoluzione digitale” possano sostenere il confronto con la realtà. Tra le questioni più sentite vi è quella riguardante il rapporto tra le nuove tecnologie e la trasmissione dell’informazione. Questa ricerca ha circoscritto il campo d’analisi all’impatto delle potenzialità di Internet nel campo della comunicazione scientifica. L’on line è entrato in una tradizione secolare, quella dei periodici scientifici, e, anche solo da un punto di vista economico, è diventato parte indispensabile della pubblicazione, surclassando il supporto cartaceo. Però, se da una parte abbiamo un rivoluzionario mezzo di trasmissione, dall’altra abbiamo regole editoriali con definizioni di ruoli e modelli codificate e testate da decenni d’esperienza e queste, a discapito di tante previsioni, sono lontane dall’essere semplicemente spazzate via dalla “rivoluzione digitale”. Questa ricerca vuole mostrare, tramite l’analisi della realizzazione software EPRESS, come la Rete possa supportare non solo la pubblicazione ma tutto il processo editoriale dei periodici scientifici, incentrato sulla peer-review, senza stravolgerne il modello tutt’ora valido.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maria Chiara Perri Contatta »

Composta da 63 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1707 click dal 06/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.