Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Democrazia e nuove tecnologie: rischi di esclusione e opportunità di partecipazione

Democrazia e ICT:la rete come nuovo paradigma di democrazia.
Probematica del Digital Divide e soluzioni offerte dalla nuove tecnologie e dalla rete.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAP. 1 DEMOCRAZIA E NUOVE TECNOLOGIE 1.1. Democrazia e rete. L’avvento delle nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione sta lentamente determinando una modificazione nel destino della democrazia. In ambito politico si assiste al mutamento dell’idea stessa di politica, all’abbattimento dei confini spaziali e temporali, che permettono al cittadino di diventare parte attiva del processo comunicativo. La rete, Internet, è per definizione uno strumento di delocalizzazione, in cui cadono i limiti dello spazio e del tempo e dove tutti i cittadini possono riunirsi, discutere e deliberare, come nella vecchia Agorà ateniese. In conseguenza dell’affermazione e della diffusione delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, vi è la speranza della costruzione di una sfera pubblica che veda coinvolti tutti i cittadini di un paese. Solitamente quando si parla di sfera pubblica ci si riferisce al concetto habermasiano di spazio all’interno del quale i soggetti, in una condizione di parità, discutono di questioni di rilevanza pubblica; la sfera pubblica va intesa come il luogo dell’uso pubblico della ragione, ossia un contesto sociale dove i cittadini, comunicando pubblicamente l’uno con l’altro, possono convincere o essere convinti, o maturare insieme nuove opinioni. Oggi tale sfera viene ad essere definita in relazione ai mass media: è tramite essi, infatti, che si realizza la circolazione delle idee e che si pongono le condizioni perché il forum di discussione possa funzionare. Lo sviluppo delle ICT 1 è stato considerato come il primo e vero elemento in grado di ricreare le condizioni per un ritorno all’agorà ateniese, luogo dove ci si incontrava al di fuori delle mura domestiche, anche se, come ci dice Dahlgren “una vibrante sfera pubblica di per sé non garantisce una democrazia: è un ingrediente necessario ma non sufficiente” (Dahlgren, 2001, p.37). 1 Information Communication Technologies.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Sara Cirulli Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2911 click dal 09/12/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.