Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Politiche di sostegno alla mobilità geografica Sud-Nord

Nel presente lavoro è stata dedicata particolare attenzione al tema della mobilità geografica in materia di lavoro. La mobilità rappresenta uno degli aspetti più interessanti nel complesso quadro del mercato del lavoro. Infatti, in una fase di flessibilizzazione del mercato del lavoro, come quella che stiamo vivendo, è utile soffermarsi su un problema così classico e attuale. L’attualità del problema è stato evidenziato dal Rapporto Istat sulla situazione del Paese nel 2003, in cui si descrive come ci sia stata una consistente ripresa delle migrazioni interne. Inoltre, va ricordato che la mobilità del lavoro non solo è influenzata dalle decisioni delle imprese e dei lavoratori ma anche dagli aspetti istituzionali del mercato.
Gli anni Novanta, si sono caratterizzati per una forte difficoltà da parte della forza lavoro a spostarsi tra settori d’attività, con movimenti solo in settori intrasettoriali. A questo quadro di relativa rigidità della forza lavoro si accompagna, in senso opposto, una forte ripresa della mobilità territoriale. E’
fondamentalmente per quest’ultimo motivo che, negli ultimi anni, si sono attivate azioni a supporto di tutti coloro che decidono di spostarsi.
L’attenzione alla mobilità del lavoro, come fenomeno ancora presente nel nostro Paese, si è così spostata sulle possibili azioni di supporto e accompagnamento alla forza lavoro.
Nel capitolo III si è dedicata attenzione al progetto Sud-Nord-Sud, un progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e realizzato da Italia Lavoro. L’obiettivo prioritario del progetto Sud-Nord-Sud è quello di pensare alla mobilità non più come una necessità ma come un’opportunità di crescita. Un’opportunità per l’imprese che cercano forza lavoro, per il lavoratore in cerca di occupazione e per il territorio attraverso l’arricchimento del capitale umano.
Nel IV capitolo è stato analizzato il caso pilota della Provincia di Vibo Valentia una delle prime province italiane ad attivare progetti di mobilità. Nel caso di Vibo Valentia si è sperimentata l’utilità del tirocinio nell’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Infine, attraverso l’intervista dei soggetti
interessati si sono evidenziate le maggiori priorità e criticità del progetto.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Nel presente lavoro è stata dedicata particolare attenzione al tema della mobilità. La mobilità, sicuramente, rappresenta uno degli aspetti più interessanti nel complesso quadro del mercato del lavoro. Infatti in una fase di flessibilizzazione del mercato del lavoro, come quella che stiamo vivendo, è utile soffermarsi su un problema così classico e attuale come la mobilità del lavoro. L’attualità del problema è stata evidenziata anche dall’ultimo Rapporto Istat sulla situazione del Paese nel 2003, in cui si descrive come ci sia stata una consistente ripresa delle migrazioni interne. Inoltre, va ricordato che la mobilità del lavoro non solo è influenzata dalle decisioni delle imprese e dei lavoratori ma anche da gli aspetti istituzionali del mercato. Gli anni Novanta, si sono caratterizzati per una forte difficoltà da parte della forza lavoro a spostarsi tra settori d’attività, con movimenti solo in settori intrasettoriali. A questo quadro di relativa rigidità della forza lavoro si accompagna, in senso opposto, una forte ripresa della mobilità territoriale. E’ fondamentalmente per quest’ultimo motivo che, negli ultimi anni, si sono attivate azioni a favore di tutti coloro che decidono di spostarsi. Il problema della mobilità territoriale, nel nostro Paese, è sempre un problema al quale va dedicata attenzione, ed è ciò che si è cercato di fare nel presente lavoro. Si è cercato di analizzare quali possano essere le azioni concrete per governare un fenomeno così vasto. L’attenzione alla mobilità del lavoro, come fenomeno ancora presente nel nostro Paese, si è così spostata sulle possibili azioni di supporto e accompagnamento alla forza lavoro.

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Giuseppe Vallone Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2505 click dal 10/12/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.