Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio sociolinguistico sulla comunità gay di Berlino

Quanto è offensiva la parola "frocio" in italiano? E il suo equivalente in tedesco? Continueremo per sempre a usare una parola straniera (gay) per mostrarci politicamente corretti in Italia?

Immaginate una studentessa della scuola interpreti di Roma, che va alla Love Parade di Berlino a chiedere in giro quanti sinonimi esistono per omosessuale in tedesco. Certo, ci sono tanti modi per analizzare un ambito terminologico, ma per scoprire come parla la gente, non c’è altro modo che chiederlo alla gente stessa! La metodologia è sicuramente poco ortodossa – tutta documentata però – ma almeno i risultati sono accessibili.

Nel tentativo di tradurre i sinonimi tedeschi in italiano, emergono difficoltà che sono da ricondurre innanzi tutto a differenze culturali fra i due popoli: i tedeschi e gli italiani hanno due percezioni linguistiche (e quindi culturali) diverse dell’omosessualità.

Ecco quindi nascere l’esigenza di addentrarsi nella comunità gay di Berlino e indagare i suoi punti di riferimento attuali: il frutto sono tre interviste ad alcune delle principali istituzioni. Mentre il prodotto del lavoro principalmente linguistico è una proposta di glossario ragionato tedesco => italiano dei sinonimi per omo- bi- transessuale.



Mostra/Nascondi contenuto.
13 LOVE PARADE PARTE PRIMA INTRODUZIONE, KATHI Ce l’ho fatta. Sono a Berlino. Sono alla Love Parade. Ho una casa bellissima dove tornare, e sono superorgogliosa della mia maglietta “Love team” comprata a Roma per tre euro al mercato sotto casa; non mi ero resa conto di quanto potesse essere appropriata in questa situazione, finché non l’ho vista nell’armadio stamattina. L’atmosfera è elettrizzante! Un’allegra esplosione di colori, musica e gente in festa. Sono affascinata dall’originalità e dallo spirito provocatorio di alcuni capolavori di moda d’avanguardia, anche se è pieno di gente vestita normalissima. Sono venute anche intere famiglie, coi bambini che secondo me si stanno divertendo un mondo. E come ci si potrebbe annoiare in un contesto simile? La voglia di ballare e fare festa, però, mi dico, non devono distogliere la mia attenzione dall’altro motivo per cui sono qui, quello serio: indagare sulla rappresentazione linguistica dell’omosessualità in tedesco, e, in concreto, ora, chiedere a qualche simpatico love parader di scrivere per me tutti i sinonimi che conosce per omosessuale (prima parte dell’intervista), e di segnare quelli caratterizzati da una connotazione negativa, se ce ne sono (seconda parte

Tesi di Laurea

Facoltà: tedesco

Autore: Agnese Bresin Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2085 click dal 14/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.