Skip to content

Storia economica di Roma antica, dalla fondazione della città al crollo dell'Impero

Informazioni tesi

  Autore: Luca Leonardo Garofalo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università Carlo Cattaneo - LIUC
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Anna Maria Falchero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

Scopo di questa tesi e lo studio della realta economica di Roma antica, durante tutto l’arco della sua lunga storia: dalla mitica fondazione della citta sui sette colli, al crollo dell’Impero d’Occidente. In più di mille anni, l’economia romana muto profondamente, passando dall’economia povera e rurale di un piccolo centro urbano, all’economia su ampia scala di un impero vastissimo, molto vicina a realta economiche di tipo moderno. L’incessante espansione territoriale di Roma, modifico profondamente la sua economia, che crebbe al crescere dei territori sottomessi. In epoca imperiale, infatti, ogni attivita economica aveva assunto proporzioni mastodontiche: i commerci si muovevano sulle strade romane che correvano dall’attuale Inghilterra all’Iraq; l’agricoltura portava a Roma prodotti sempre diversi dall’Africa come dalla Germania; l’industria, come accade ancora oggi, sceglieva i territori strategicamente migliori per impiantare realtà produttive che creassero manufatti da vendere in tutto il bacino del Mediterraneo.
Utilizzando sia fonti antiche che moderne, si sono, dunque, studiati i cambiamenti di questa economia, ponendo l’accento sull’aspetto che la muto e, quindi, la caratterizzo maggiormente: la schiavitu. Si è cercato di capire, inoltre, il livello di ricchezza delle varie classi sociali ed il loro reale potere d’acquisto: paradossalmente, infatti, a Roma affluivano ricchezze incredibili, ma vi era anche la disoccupazione maggiore e la situazione di povertà più drammatica di tutto l’impero. Infine, si è tentato di dimostrare che, ancor più delle invasioni barbariche, a causare la caduta dell’impero fu la mancanza di un rigoroso controllo economico e l’incapacita dell’economia in generale di evolversi in forme più moderne ed avanzate, ostacolata soprattutto dalla arretratezza tecnologica dell’epoca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 I. 753 a.C. – 509 a.C.: L’EPOCA ARCAICA La leggenda narra che il 21 Aprile del 753 a.C., in una zona collinare del Lazio, presso le rive del fiume Tevere, venne fondata la città di Roma. Questa incredibile precisione della data di fondazione è da attribuirsi totalmente a leggenda e, ovviamente, non trova alcun riscontro storico; durante questo periodo, infatti, la storiografia si intreccia saldamente con il mito e le leggende: basti pensare che oggi risulta dimostrato che i racconti di Livio sullo splendido periodo dei celeberrimi sette re, non sono altro che invenzioni tarde. Possiamo, però, riconoscere e distinguere due fasi ben distinte della monarchia romana: quella latina, di formazione di uno stato unitario e, successivamente, quella etrusca di forte crescita delle istituzioni e rigoglio economico. Ci si può, dunque, occupare solo brevemente di queste epoche più antiche della storia romana, in quanto Roma, fino al IV secolo a.C., è rimasta un modesto insediamento di scarsa rilevanza politico-economica e di conseguenza non sono pervenute fonti significative per poter descrivere la situazione economica con sufficiente precisione. Si può affermare, tuttavia, con buona sicurezza, che i Romani ed i Latini fossero nomadi ed allevatori di bestiame e che l’agricoltura sorse gradualmente con la sedentarietà, ma giocò da subito un ruolo importante nell’economia della città. Erano,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi