Skip to content

"The Masque of Queens" di Ben Jonson

Informazioni tesi

  Autore: Rossella Lesi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Anna Anzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 212

Il mio lavoro consiste nella descrizione di un masque tenutosi presso la corte inglese di Giacomo I nel 1609. Il percorso si suddivide in due parti: traduzione del testo in lingua italiana e descrizione dell'apparato scenografico. Non manca ovviamente la descrizione del contesto storico e degli innumerevoli significati che lo spettacolo di corte porta con sè, cosa esso rappresenta per il suo pubblico e per la corte stessa.
Questa tesi mostra come il testo poetico e la messinscena si fondono (non senza contrasti fra il poeta Ben Jonson e il designer Inigo Jones), e come raggiungono un importante risultato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. Introduzione al masque. Il primo masque inglese, o spettacolo di corte, risale alla lontana notte d’Epifania dell’anno 1512, quando Re Enrico VIII e altri undici compagni di divertimenti si travestirono; i dodici uomini indossavano lunghe ed ampie vesti lavorate in oro, erano preceduti da sei uomini che portavano delle torce e alla fine del banchetto invitarono le dame a ballare senza mai svelare i loro volti 1 . Si tratta del primo e rudimentale masque inglese, che presenta però da subito i tratti caratteristici di quello che, con Ben Jonson, diventerà un vero e proprio genere letterario, tra cui la danza, la musica e i costumi costosissimi. Il termine masque deriva dal latino macula e dal middle English maskel, che significano entrambi “macchia”; viene in seguito messo in relazione con il francese masque da W.W. Skeat in An Ethymological Dictionary of the English Language (London, Clarendon Press, 1882). E’ certo che prima del 1513 circa il termine mask non veniva usato con il valore di travestimento, (definito disguising), né con il valore di maschera per il volto, (chiamata vizard). Solo nel 1514 Ben Jonson definì per la prima volta lo spettacolo di corte come mask (termine che poi subì un’evoluzione fino a diventare masque). Le fonti ha origine il masque vanno ricercate negli spettacoli dalla struttura semplice come per esempio il mumming, o in quelli più elaborati come il disguising. A queste due basi va poi aggiunto un contributo di derivazione italiana. 1 Cfr. Letters and Papers of the Reign of Henry VIII: “[…] 12 nobyll personages imparylled with blew damaske and yellow damaske long gowns and hoods with hats after the manner of maskelyng in Etaly”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

inglese
jones
jonson
masque
teatro

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi