Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Disciplina delle pubblicazioni on line. La legge 7 marzo 2001 n. 62

Il mio lavoro di tesi focalizza primariamente l'attenzione sulla nascita e sulla diffusione di un principio basilare nel nostro ordinamento, quale è il principio della libertà di espressione. Questo, pur essendo sempre esistito nella coscienza dell’uomo, tuttavia pian piano si è concretizzato attraverso l’utilizzo degli strumenti di comunicazione che hanno, in un certo senso, segnato le tappe della storia della società; tale principio viene garantito sia dalla nostra Costituzione (art. 21) sia dalle leggi emanate successivamente, riguardanti in particolar modo il settore della stampa (l. n. 47 del 1948) o il settore dell’ editoria in genere ( l. n. 416 del 1981).
Dopo aver esaminato nel dettaglio le leggi suddette mi sono soffermata nell'analisi delle caratteristiche principali delle pubblicazioni on line fino ad arrivare a quella legge che attualmente ne rappresenta la maggiore garanzia normativa, LA LEGGE N. 62/2001.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione “Disapprovo quello che dici ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo”. Voltaire L’ importanza, per ogni individuo che vive in società, di potersi esprimere liberamente, senza paure né condizionamenti, emerge nelle parole di Voltaire con grande forza ed intensità. Di tale libertà può usufruire sia qualsiasi persona che ha la necessità di esprimere i propri pensieri e convincimenti sia colui che fa della diffusione di fatti e pensieri un lavoro, quindi il giornalista. Soprattutto in quest’ ultimo caso viene a crearsi una sorta di tensione tra la libertà di informazione e le limitazioni ad essa collegate; si tratta, dunque, di vedere se sussiste o meno una giustificazione alle misure restrittive previste dal nostro ordinamento o se questi impedimenti siano incompatibili con le libertà che abbiamo e che vogliamo conservare. Il mio lavoro di tesi muove proprio da questo punto; focalizzerò l’ attenzione, infatti, primariamente, proprio sulla nascita e sulla diffusione di un principio basilare nel nostro ordinamento, qual’ è il principio della libertà di espressione. Questo, pur essendo sempre esistito nella coscienza dell’ uomo, tuttavia pian piano si è concretizzato attraverso l’utilizzo degli strumenti di comunicazione che hanno, in un certo senso, segnato le tappe della storia della società; tale principio viene garantito sia dalla nostra Costituzione (art. 21) sia dalle leggi emanate successivamente, riguardanti in particolar modo il settore della stampa (l. n. 47 del 1948) o il settore dell’ editoria in genere ( l. n. 416 del 1981).

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Ilaria Ferretti Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1769 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.