Skip to content

Friedrich Hollaender : Das deutsche Kabarett vor und nach dem zweiten Weltkrieg

Informazioni tesi

  Autore: Marilisa Rivis
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Alessandro Fambrini
  Lingua: Tedesco
  Num. pagine: 171

Lo scopo del mio lavoro è stato quello di raccogliere e analizzare il materiale esistente sulla vita del cabarettista tedesco Friedrich Hollaender. La mia attenzione si è rivolta in particolare alla sua attività artistica, al fine di esporre la produzione di Hollaender come musicista e scrittore.
L’analisi delle sue composizioni mira ad inserirle nel contesto storico in cui l’artista ha vissuto. A tale scopo ho redatto alcuni capitoli che illustrano la situazione sociale, politica ed economica della Germania di allora. La produzione artistica di Hollaender infatti non fu mai libera dall’influsso degli eventi. Il più delle volte prese spunto da fatti contemporanei o del passato recente per parodiarli nei suoi Lieder. Con tale satira egli si proponeva di far ridere e divertire il suo pubblico, portandolo contemporaneamente anche a riflettere sull’ingiustizia e l’assurdità che imperavano nella società.
Prendendo apertamente posizione contro questa società corrotta mise spesso in pericolo la propria vita, inimicandosi la classe al potere e la borghesia conservatrice. Questo rischio faceva però parte del lavoro dei cabarettisti. Volker Kühn nel suo commento all’autobiografia di Hollaender dà di essi la seguente definizione:

“Kabarettisten sind gute Chronisten. Sie haben den Finger am Puls der Zeit, nehmen seismographisch Stimmungen und Entwicklungen auf, stehen mit dem Zeitgeist auf du und du, schlürfen Aktualität und spucken sie als Pointe wieder aus. Sie wissen, was die Uhr geschlagen hat und machen sich ihren eigenen Reim darauf. Daß dabei zumeist ein Lacher rauskommt, zuweilen einer, der im Hals stecken bleibt, gehört zum Metier dieser rabenschwarzen Zunft.“

Nonostante Hollaender si impegnasse a mettere in luce e criticare i vizi e i difetti della società in cui viveva, era tuttavia poco convinto che il suo lavoro potesse essere utile a migliorare o perlomeno cambiare la situazione. Di carattere era scettico, malinconico e un po’ pessimista, ma queste sue caratteristiche non riuscirono a sopraffare del tutto quell’energia e quel senso dell’umorismo che, insieme ad un lieve ottimismo di fondo, gli diedero sempre lo stimolo e la forza per continuare la sua attività.
Queste due opposte tendenze caratteriali sono ben presenti in tutta la sua produzione musicale. I suoi Lieder oscillano infatti tra le tonalità maggiori, allegre e spensierate, che caratterizzano spesso i ritornelli, e quelle minori, più tristi, malinconiche e riflessive, con le quali tende invece a comporre le strofe. Questo costante e irrisolvibile conflitto interiore riempie i suoi pezzi delle più diverse atmosfere, piene di amore e di dolore, di gioia e di tristezza, che hanno contribuito a creare il mito dei cosiddetti “Goldene Zwanziger Jahre” .
La grande energia che lo accompagnò durante la sua gioventù, all’inizio della sua attività cabarettistica, e che nel periodo hollywoodiano gli diede la forza e la speranza per sopravvivere, venne meno negli anni cinquanta, quando, tornato in Germania, si rese conto che le circostanze erano cambiate, così come era cambiato il gusto del pubblico. Dopo gli anni difficili della guerra la gente aveva di nuovo voglia di divertirsi e di svagarsi, ma Hollaender e il suo modo di fare satira erano ormai sorpassati per gli spettatori della nuova generazione.
Dopo un vano tentativo di far rivivere il passato, si rese conto a malincuore che le sue battute di spirito e il suo umorismo non avevano più effetto nella società moderna: in essa non c’era più spazio per la sua concezione artistica. Inoltre l’entusiasmo giovanile lo aveva ormai abbandonato. Quello di cui infine sentiva di aver bisogno era pace, tranquillità e distacco dall’atmosfera euforica e caotica che lo aveva da sempre accompagnato.
Con il significativo Lied Spötterdämmerung prese definitivamente congedo dal cabaret, per ritirarsi ad una vecchiaia tranquilla, un po’ malinconica, ma comunque produttiva, in cui si dedicò alla redazione di diversi libri in cui espose la sua concezione di umorismo e le teorie da lui elaborate per produrre una “vernünftige Satire” .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. INTRODUZIONE Il nome del cabarettista Friedrich Hollaender non è molto conosciuto nella società tedesca odierna, se non negli ambienti artistici. Tuttavia i suoi Lieder sono noti ad un gran numero di persone e rappresentano una parte della loro cultura. Con questo lavoro mi propongo di studiare ed analizzare le opere e la vita di Hollaender sulla base della letteratura primaria e secondaria, e di esporne poi una mia analisi e interpretazione. Concentrerò la mia attenzione in particolare sull’attività artistica di Hollaender, cercando di capire fino a che punto essa sia stata influenzata dagli eventi storici del periodo in cui egli è vissuto. In primo luogo analizzerò la sua autobiografia, confrontandola con la storia della sua vita scritta dal suo più importante biografo Volker Kühn e con il libro di Viktor Rotthaler. Per un inquadramento generale del cabaret effettuerò un’analisi accurata della letteratura sulla storia di questo genere teatrale-musicale dalle sue origini fino agli anni cinquanta. Dopo una breve biografia che fornisce indicazioni generali sulla vita, la famiglia e il lavoro di Hollaender, seguirà un capitolo storico sulla Germania degli anni venti, con la descrizione della situazione politica, economica, sociale e culturale. In tal modo inquadrerò l’attività di Hollaender nel periodo storico in questione, per capire le condizioni in cui si è trovato a lavorare e come ha affrontato e superato o aggirato le difficoltà incontrate. Seguirà quindi l’analisi dettagliata degli inizi della sua carriera nei cabaret, sia come musicista che come scrittore. Mi soffermerò in particolare sul contenuto delle sue composizioni, sui riferimenti storici all’interno dei testi e sul suo modo di fare ironia. Brevi delucidazioni riguarderanno anche i suoi principali collaboratori e colleghi di lavoro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cabaret
cabarettista
hollaender
kabarett
teatro
vernünftige satire
volker kühn

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi