Skip to content

Ecologia alimentare del gabbiano tridattilo (Rissa tridactyla) studiata mediante data logger

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Lambardi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Gestione e valorizzazione delle Risorse Naturali
  Relatore: Silvano Benvenuti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

E’ stato condotto uno studio sulle strategie di foraggiamento del Gabbiano tridattilo (Rissa tridactyla) nidificante sull’Isle of May, nella Scozia sudorientale, utilizzando dei registratori automatici di attività progettati appositamente. Gli strumenti ci hanno consentito di distinguere quattro moduli comportamentali fondamentali: la presenza in colonia e, durante i viaggi di foraggiamento, il volo di dislocamento, il volo di alimentazione, la sosta sulla superficie del mare. I dati raccolti negli anni 2000, 2001 e 2002 sono stati impiegati per studiare i modelli di Time allocation adottati dalle diverse categorie riproduttive e sessuali, per valutarne le variazioni interannuali e per indagare la relazione che intercorre tra la durata dei voli di dislocamento e il tempo trascorso in viaggio. Abbiamo rilevato una sostanziale omogeneità nel comportamento dei maschi e delle femmine e un netto mutamento delle strategie di foraggiamento legato al passaggio dalla fase di incubazione a quella di allevamento. La stagione riproduttiva del 2001 si distingue sotto numerosi aspetti da quella degli altri anni in esame e in particolare da quella del 2000 che sappiamo essere stata particolarmente favorevole dal punto di vista dell’abbondanza delle prede. Suggeriamo che le variazioni rilevate nel comportamento manifestato durante il periodo riproduttivo da questo predatore di superficie dalla dieta abbastanza specializzata siano condizionate in modo particolare dai fattori età-specifici e stagionali che intervengono nella regolazione del ciclo vitale del pesce Ammodytes marinus, sua preda principale. Utilizzando le informazioni note riguardo alla velocità di crociera degli uccelli abbiamo verificato come gli adulti abbiano un range di foraggiamento che corrisponde alla distanza che separa l’Isle of May da una delle aree marine di maggior concentrazione di Ammodytes del Mare del Nord. E’ stata ottenuta anche una conferma del fatto che il Gabbiano tridattilo nidificante sull'isola ha un range massimo di foraggiamento dipendente dalla distribuzione delle sue prede.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione _________________________________________________________________________ 1. INTRODUZIONE 1.1. Inquadramento sistematico. L’ordine dei Caradriformi comprende oltre 300 specie di uccelli distribuite in 18 famiglie. Considerato un gruppo monofiletico dalla grande maggioranza degli autori, include uccelli distribuiti in tutto il mondo, dai mari polari ai deserti tropicali, generalmente associati ad ambienti acquatici o semiacquatici. I membri di questo taxon condividono solo un ridotto numero di caratteri e manifestano un amplissimo range di variazioni adattative sia morfologiche che comportamentali, tanto da essere suddivisi in ben quattro sottordini: Charadrii, Lari, Alcae e Pterocli. Il sottordine dei Lari, cui appartiene la specie oggetto di questo studio, comprende uccelli gregari e ottimi volatori, che conducono una vita marina o palustre, che presentano ali lunghe e appuntite, zampe piuttosto corte, becco robusto e acuminato, piedi anisodattili con tre dita anteriori palmate e il dito posteriore piccolo o assente; sono dotati di grandi ghiandole collocate nelle orbite, al di sopra degli occhi per l’escrezione del sale in eccesso. Dwight (1925), include i gabbiani (Laridae) e le sterne (Sternidae) in famiglie distinte del sottordine Lari. Tale suddivisione è stata criticata da molti autori che preferiscono includere i gabbiani (Larinae) e le sterne (Sterninae) nella stessa famiglia. I gabbiani sono piuttosto uniformi nella morfologia: hanno un corpo massiccio, un becco generalmente robusto, leggermente uncinato e più o meno appuntito, ali lunghe e strette, coda arrotondata, tarsi piuttosto corti e piedi completamente palmati (Grant 1986). La struttura corporea non specializzata consente loro di volare, nuotare e camminare con pari disinvoltura. Sotto molti punti di vista sono generalisti. Tra gli uccelli marini sono quelli che manifestano il minor grado di specializzazione nelle strategie di foraggiamento, nel tipo di dieta e negli ambienti di nidificazione e di vita; sono adattati a occupare una grande varietà di habitat, che scelgono opportunisticamente sia durante la stagione della riproduzione che durante il resto dell’anno. Inoltre si muovono sulla terra ferma con un’agilità molto superiore a quella degli altri uccelli marini. I gabbiani sono uccelli migratori che hanno una distribuzione cosmopolita; nidificano su tutti i continenti, quasi esclusivamente in colonia e generalmente occupano ambienti collocati a livello del mare, difendendo un territorio di coppia all’interno del quale costruiscono il nido. Il legame di coppia è monogamo e il grado di fedeltà al partner anno dopo anno è elevato. La varietà dei siti di nidificazione è maggiore di quella riscontrabile nella maggior parte degli altri uccelli coloniali. Più di 40 delle 51 specie 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

animale
biologia
comportamento
distribuzione
ecologia
ecosistema marino
etologia
specie
time allocation
uccelli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi