Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il problema della regolamentazione di Internet tra autonomia ed eteronomia

La Tesi affronta il problema della nascita e sviluppo del diritto in Internet, attraverso aspetti legali e ripercussioni sociali del fenomeno, considerando l'opportunità di lasciare libertà di autoregolamentazione agli utenti di Internet, o procedere con una legislazione internazionale che possa disciplinarne ogni ambito applicativo. L'elaborato affronta problematiche legali in senso stretto riportando esempi di sentenze nazionali ed internazionali, aspetti etici e giuridici del fenomeno Internet, la diffamazione via internet, la netiquette, la libertà di manifestazione del pensiero in Internet, la tutela dei diritti della persona, i computer crimes, la necessità di armonizzazione del diritto internazionale, il problema della fruibilità di Internet da parte dei minori e lo sfruttamento minorile, l'atteggiamento della Chiesa cattolica nei confronti di Internet e le ripercussioni del fenomeno sul futuro della nostra società e della nostra cultura.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Le nuove tecnologie sviluppate grazie al supporto Internet hanno avuto ripercussioni gigantesche sull’organizzazione generale del lavoro e della vita degli uomini che ne fanno uso abituale. Secondo i dati rilevati dall’ultimo rapporto 2004 dell' Osservatorio Aie (Associazione italiana editori) sull’editoria digitale, sono ormai 21 milioni gli italiani che “navigano” in Internet, pari al 43% della popolazione 1 . Di fronte a un dato così importante non è più possibile sottrarsi ad aprire più riflessioni, a tutti i livelli, su quali siano gli sviluppi sociali e legislativi in merito a un fenomeno di tale portata. E’ innegabile che l’ormai scontato strumento (fino a qualche anno fa impensabile) della e-mail abbia dato un “giro di chiave” alle transazioni di materiale cartaceo, di documenti, fotografie, filmati e quant’altro si possa inviare o ricevere tramite questo sistema. Prima o poi chiunque, nel giro di poco tempo, fruirà di questo servizio, perché ogni settore della nostra società sarà presente (o lo è già) nel circuito telematico della Rete Internet. Ormai si parla di società dell’informazione 2 e a quanto sembra è un processo inevitabile. Si parla di “autostrade dell’informazione” (il primo a coniare il termine fu il vicepresidente americano Al Gore) destinate a servire imprese e famiglie: proprio in America si è riscontrato il vero boom dell’industria telematica relativa a Internet, così come negli anni Sessanta sono stati americani i pionieri dello spazio oppure negli anni Ottanta hanno messo la propria creatività al servizio dell’ingegneria finanziaria. I nordamericani hanno cercato una nuova conquista: quella delle tecnologie dell’informazione. 1 http://www.studiocelentano.it/newsansa.asp?id=34260&inizio=999999 2 Nora, Dominique, I conquistatori del ciberspazio, Marco Tropea Editore, 1996

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Matteo Rizzato Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2616 click dal 17/01/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.