Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Finanziamenti agevolati alle PMI nel Mezzogiorno

Oggetto del lavoro è l’evoluzione della disciplina degli interventi agevolativi finanziari alle PMI come strumento di sviluppo per ridurre le disparità regionali non solo all’interno del nostro Paese, ma nell’intera Europa unita in aderenza ai principi dettati dai Trattati comunitari, primo fra tutti il Trattato di Roma. In effetti, le PMI ormai occupano un ruolo rilevante nel tessuto economico e sociale nell’ambito dell’Ue e la loro importanza viene posta in rilievo per il peso che esse hanno sull’occupazione, l’innovazione, la concorrenza.
Il lavoro realizzato prende l’avvio con un’introduzione storica relativa agli interventi straordinari a favore del Mezzogiorno, non avente ad oggetto la figura delle PMI, ma l’intera struttura economica meridionale dopo la fine del secondo conflitto mondiale. Di tale carattere straordinario si dà una spiegazione, motivandone la scelta secondo i principi dettati dal legislatore costituzionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione Oggetto del lavoro è l’evoluzione della disciplina degli interventi agevolativi finanziari alle PMI come strumento di sviluppo per ridurre le disparità regionali non solo all’interno del nostro Paese, ma nell’intera Europa unita in aderenza ai principi dettati dai Trattati comunitari, primo fra tutti il Trattato di Roma. In effetti, le PMI ormai occupano un ruolo rilevante nel tessuto economico e sociale nell’ambito dell’Ue e la loro importanza viene posta in rilievo per il peso che esse hanno sull’occupazione, l’innovazione, la concorrenza. Il lavoro realizzato prende l’avvio con un’introduzione storica relativa agli interventi straordinari a favore del Mezzogiorno, non avente ad oggetto la figura delle PMI, ma l’intera struttura economica meridionale dopo la fine del secondo conflitto mondiale. Di tale carattere straordinario si dà una spiegazione, motivandone la scelta secondo i principi dettati dal legislatore costituzionale. Il secondo capitolo è incentrato sulla definizione di PMI, partendo dal disposto del codice civile, che individua attraverso le proprie norme solo il piccolo imprenditore, differentemente dalla legge fallimentare la quale adottava parametri di tipo monetari per definire tale figura per scopi del tutto diversi da quelli del codice. L’articolata e, per alcuni versi, complessa definizione a livello normativo è stata oggetto di studio da parte di diversi autori, che dal punto di vista giuridico-dottrinale hanno fatto pieno riferimento sia al codice che alla legge

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Michele Tucci Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3214 click dal 15/02/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.