Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'offerta formativa attivata in Italia nell' a.a. 2004/2005 in Gestione delle Risorse Umane

La tesi in questione ha come obiettivo la presentazione dell'offerta formativa italiana attivata durante l'anno accademico 2004/2005 in gestione r.u.
Sono quindi stati presentati i diversi corsi di laurea specialistica, i corsi master e i corsi di specializzazione che il laureato può intraprendere una volta terminato il percorso di studi

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione 1. Il mondo del lavoro che cambia Il cambiamento, che sta interessando in questi anni le organizzazioni in generale, e il mondo delle imprese in particolare, indica un transito epocale: eventi organizzativi più contingenti e meno prevedibili alimentano una nuova centralità e criticità delle risorse umane e, nel contempo, rapidità decisionale e flessibilità organizzativa diventano risorse e capacità irrinunciabili. Tutto questo per dire come all’interno del mondo dell’economia dello scambio e della sinergia di prodotto e servizio, l’organizzazione e l’azienda stiano vivendo un processo di destrutturazione e stiano scoprendo nell’apprendimento del nuovo una variabile critica di competitività e successo. La realtà organizzativa cambia più velocemente e più radicalmente del sistema di gestione delle risorse umane, che, al contrario, registra un diffuso ritardo culturale: da un lato, infatti, l’economia di scambio e di servizio muta con un capovolgimento radicale dei presupposti della “vecchia” visione organica sistemica dell’organizzazione - a questo proposito i cosiddetti sentieri di carriera lineari, considerati come una serie di gradini per arrivare al vertice della piramide gerarchica rappresentante l’organizzazione, sono ormai sostituiti da sentieri di carriera plurimi e non lineari, nei quali si può avere una mobilità laterale e addirittura all’indietro passando da un’area di lavoro ad un’altra, purché questa mobilità offra all’individuo l’opportunità di acquisire nuove conoscenze, di svilupparsi personalmente e di scegliere liberamente – dall’altro lato il sistema di gestione delle risorse umane non registra un mutamento di pari radicalità. In un’era in cui non ci si basa più su che cosa le persone debbano fare, ma su quello che sanno fare, il metodo delle competenze fornisce la risposta metodologica all’esigenza di cambiamento che caratterizza il sistema di gestione e pianificazione delle human resources. Il segreto del metodo sta nel fatto che non si fa più riferimento a modelli assoluti o standardizzati, ma a risultati relativi ad una specifica realtà aziendale; si vogliono scoprire le

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Luisa Lombardo Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2809 click dal 22/02/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.