Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Consiglio Straordinario di Stato in Sicilia

Il Consiglio Straordinario di Stato in Sicilia, istituito nel corso del processo unitario del costituendo Stato Italiano

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO I Le vicende siciliane fra il 1848 ed il 1860. I.1 Il ’48 in Sicilia. I riflessi degli eventi rivoluzionari avvenuti a Parigi a partire dal febbraio 1848 venivano recepiti in Sicilia quale occasione impedibile per dar vita ad un nuovo scenario politico in seno all’isola. A quel tempo, infatti, le trasformazioni politiche verificatesi in Europa, i cui risvolti avrebbero condotto l’Italia verso le guerre di indipendenza, destavano l’interesse da parte di illustri siciliani, destinati ad avere un ruolo notevole nella vita politica del futuro Stato italiano. Grazie a personaggi quali Perez, Ferrara, La Farina, Amari, Natoli, Crispi, in Sicilia prendeva forma un pensiero politico e giuridico attraverso il quale i cittadini siciliani avrebbero potuto trovare un modo di uscire dall’isolamento, adeguando il proprio sviluppo a quello dell’Europa.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marco Giacoppo Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 856 click dal 24/02/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.