Skip to content

Vita, morte e ''miracoli'' dell'Economia e del (sotto) Sviluppo in Campania-1860/2004

Informazioni tesi

  Autore: Marina Salvadore
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in approfondimento storico tesi della D.R.E. Campania ''L'economia e lo sviluppo in Campania nel 2003
Anno: 2004
Docente/Relatore: Marina Salvadore
Istituito da: per la P.A. Agenzia delle Entrate D.R.E. Campania
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 135

Il presente lavoro è un saggio di approfondimento tematico per la Pubblica Amministrazione:
nel maggio 2004, infatti, l'Ufficio Analisi e Ricerca della D.R.E. Campania pubblicava la tesi "L'economia e lo Sviluppo in Campania nel 2003", la scrivente, dalla D.R.E. Lombardia, ne appronfondiva storicamente i contenuti con la tesi in questione che dedicava alla D.R.E. della Campania, sviluppando i temi concreti della fin troppo falsificata Questione Meridionale e del contro-Risorgimento, invocando l'onestà intellettuale, in qualità di ricercatrice storica, giornalista e scrittrice meridionalista e fornendo fonti relative. Alla tesi è abbinato anche un documentario tematico molto "forte" realizzato dal regista Mauro Caiano; l'opera così completa, è innovativa dal punto di vista della comunicazione e diffusione presso terzi, pur trattando tematiche antiche, allo stato presente ancora irrisolte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Premessa A cura di Bianca Maria Paladino e dell'Ufficio Analisi e Ricerca, la Direzione Regionale delle Entrate della Campania pubblicava nel maggio 2004 la "guida economica" L'ECONOMIA E LO SVILUPPO IN CAMPANIA NEL 2003, ad uso di tutti gli uffici locali della regione, quale studio propedeutico alla consapevolezza delle realtà economiche territoriali nelle diverse province, utile per la realizzazione delle attività di controllo degli uffici medesimi. Monitorare la Campania nella sua realtà socio-economica eleggendola regione "campione" di tutto il Sud - dichiara la Paladino - è dovuto al fatto che "... l'intero Mezzogiorno e la Campania in particolare restano luoghi privilegiati d'osservazione dell'economia, tanto più in tempi come questi di rapida trasformazione non solo dei mercati ma anche delle modalità attraverso cui la produzione economica viene attuata (il cambiamento delle regole di accesso al mondo del lavoro, la diffusione della tecnolo-gia, l'adozione sempre più crescente di forme negoziali assunte da sistemi giuridici diversi dal nostro, l'accresciuta presenza dei capitali finanziari nelle società di capitali e la tendenza alle concentrazioni delle aziende, l'allargamento degli spazi economici di mercato oltre i confini degli Stati, ovvero la glo-balizzazione). E, se è vero che i riflessi dell'economia si riversano sempre sulla realtà sociale, gli effetti che questi producono in contesti territoriali nei quali convivono da sempre economie e sub-economie, divengono particolarmente interessanti e talvolta persino imprevedibili "perciò" l'attività di controllo che l'Agenzia delle Entrate svolge sul territorio è proprio per questo complessa e delicata, poiché in certi casi interviene direttamente a regolare un contesto economico che presenta delle anomalie fiscali (attività amministrativa), in certi altri ha necessità di ricorrere all'ausilio di organi di polizia giudiziaria per un più incisivo intervento diretto a rilevare violazioni penali collegate a sistemi di economia sommersa (attività di controllo di ordine pubblico) ". Morale? Ciò che si vuole perseguire attraverso la lettura del dossier in questione è "…sollecitare gli uffici ad una sorta di allargamento dello sguardo, per così dire dalle finanze all'economia, nella coerenza del rinnovato ambito di competenza del Ministero per il quale l'Agenzia svolge i suoi compiti". Riconosco alla collega Paladino - aldilà dei sufficienti dati statistici completi che l'è stato possibile recuperare - credo, non senza qualche difficoltà (soprattutto, immaginandone il periglioso lavoro di ricerca) - uno specifico merito che sta tutto nel coraggioso tentativo di " umanizzazione" e di rilettura in chiave non cattedratica dell'asettica materia finanziaria e dei fenomeni economici, perché siano comprensibili a chiunque, senza inutili sortite nella sociologia che è, invece, spicciola scienza dell'ovvio se si limita a mera disquisizione semifilosofica e fantastica quando relativa ad un soggetto a-storico. Dopo aver inquadrato in quest'ottica felice l'innovativo lavoro della collega napoletana mi è parso quasi d'essere stata " invitata a nozze", essendo da decenni - per pura passione culturale - un'apprezzata ricercatrice storico-meridionalista e, con un briciolo d'autostima conquistata duramente sul campo (convinta che non sia scambiata dai lettori per "presunzione"…ch'è invece notoriamente figlia dell'ignoranza!) desidero aprire un dialogo sul controverso tema economico trattato con rara sensibilità dalla D.R.E. della Campania, raccogliendone il testimone, nel

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

banche del sud
cassa del mezzogiorno
continentalizzazione e colonizzazione del sud
due sicilie
economia e sviluppo in campania
meridionalismo
mezzogiorno
primati borbonici
questione meridionale
risorgimento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi