Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il pericolo, la fine, la fede

La presente tesi affronta lo studio di un corpus votivo di singolare interesse: gli ex-voto pittorici custoditi all’interno del santuario del Letto Santo o Santa Croce, nel comune di S. Stefano di Camastra della provincia di Messina.
Il patrimonio votivo qui analizzato, di rilevante interesse per lo studio di alcune caratteristiche fondamentali dell’arte figurativa popolare siciliana, nonché per l’analisi delle dinamiche votive connesse ad un particolare evento rituale (il pellegrinaggio che ha luogo nel predetto santuario nel mese di Settembre), si compone di sessantanove pitture ad olio o a tempera, realizzate su supporti materici diversi quali la tavoletta lignea, la tela, la lamina metallica o il cartoncino.
Ai fini di una migliore contestualizzazione dei reperti e anche per offrire, di tale patrimonio, una lettura scaturente da un quadro complessivo che tenga presente l’intero percorso storico di tale particolare tipologia di materiali, si è deciso di suddividere il lavoro di tesi in cinque capitoli principali, che tengano conto del percorso diacronico degli ex-voto dipinti.
Conclude il lavoro la stesura di n° 69 schede accompagnate da immagini a colori delle pitture votive del Santuario, nelle quali schede detti documenti vengono analizzati in dettaglio.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La presente tesi affronta lo studio di un corpus votivo di singolare interesse: gli ex-voto pittorici custoditi all’interno del santuario del Letto Santo o Santa Croce, nel comune di S. Stefano di Camastra della provincia di Messina. Il patrimonio votivo qui analizzato, di rilevante interesse per lo studio di alcune caratteristiche fondamentali dell’arte figurativa popolare siciliana, nonché per l’analisi delle dinamiche votive connesse ad un particolare evento rituale (il pellegrinaggio che ha luogo nel predetto santuario nel mese di Settembre), si compone di sessantanove pitture ad olio o a tempera, realizzate su supporti materici diversi quali la tavoletta lignea, la tela, la lamina metallica o il cartoncino. Ai fini di una migliore contestualizzazione dei reperti e anche per offrire, di tale patrimonio, una lettura scaturente da un quadro complessivo che tenga presente l’intero percorso storico di tale particolare tipologia di materiali, si è deciso di suddividere il lavoro di tesi in cinque capitoli principali, che tengano conto del percorso diacronico degli ex-voto dipinti. Conclude il lavoro la stesura di n° 69 schede accompagnate da immagini a colori delle pitture votive del Santuario, nelle quali schede detti documenti vengono analizzati in dettaglio.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Angela Saya Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2047 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.