Skip to content

Inventing Ireland. Problemi di storiografia letteraria

Informazioni tesi

  Autore: Angela Teatino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Annamaria Sportelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 182

Il presente studio esamina alcune questioni di carattere storiografico, relative al ruolo che l’Irlanda occupa nella ri-definizione del territorio culturale delle letterature in lingua inglese.
Alla luce dei contributi elaborati durante la fase di gestazione e sviluppo della storiografia letteraria, discussi nel primo capitolo, si è analizzata l’idea di letteratura come entità dinamica, che, nel rapporto simbiotico con le pratiche culturali, sociali e politiche, eleva la storia letteraria a componente essenziale della Storia totale.
L’evoluzione del discorso storico-letterario ha così evidenziato il carattere relativo della tradizionale concezione monistica sulla universalità della letteratura, aprendo l’opera letteraria al confronto con il suo background di riferimento e proponendo un approccio critico e metodologico che interagisca con le dinamiche storiche e politiche, non in qualità di rappresentazioni teleologiche, lineari e deterministiche, ma come strumenti per dare spazio alle linee di confine e ai discorsi periferici.
La rivisitazione dei testi attraverso il recupero del milieu culturale, sociale e politico ad essi sotteso, quindi l’affermarsi degli studi culturali, ha articolato ed esteso i percorsi di ricerca, mettendo in discussione, in area anglofona, l’autorità egemonica della Englishness e degli stereotipi sui quali essa si fonda, in relazione alle letterature in lingua inglese, formatesi prima e dopo la disgregazione dell’impero coloniale.
L’affermarsi degli studi postcoloniali, che indagano sui discorsi della rappresentazione dell’alterità e dell’identità nazionale nei contesti coloniali, è il punto di partenza per introdurre, nel secondo capitolo, il “caso Irlanda”, che, nella devoluzione degli studi anglofoni, occupa un posto particolare date le complessità e le ambiguità di una cultura “hyphenated”, quindi anglo-irlandese, che trova coesione solo nella sintesi finale del rapporto complementare e opposto con l’Inghilterra.
Tali difficoltà emergono in relazione alle possibili definizioni di una produzione letteraria irlandese in lingua inglese e, dal punto di vista storiografico, dalle diverse indicazioni circa l’origine di un corpus di testi e di autori, identificabile come letteratura nazionale, ma non limitato dall’uso esclusivo della lingua gaelica.
Considerando la fase di transizione da una letteratura di tipo coloniale ad una più propriamente nazionale, segnata dal recupero romantico delle origini e dalla conseguente formazione di un’identità culturale nazionale, si è discusso il rapporto di alterità e reciprocità tra Inghilterra e Irlanda, alla luce delle relazioni tra storia e letteratura nella narrativa irlandese in lingua inglese del XIX secolo.
In particolare, l’analisi del romanzo The Wild Irish Girl, primo national tale di Sydney Owenson, meglio conosciuta come Lady Morgan, propone, nell’ultimo capitolo, una riflessione sulla definizione delle categorie di Irishness e Englishness, rappresentate, a livello letterario e narrativo, dal ricco apparato metaforico e allegorico su cui si articola il romanzo. Si è tentato, dunque, e d’interrogare le modalità attraverso cui tale rapporto fu costruito nella finzione letteraria alla luce delle dinamiche storiche dell’Irlanda postunitaria, e, in riferimento all’applicazione di nuove prospettive critiche e metodologiche, di ridimensionare il presunto valore oggettivo della storia letteraria al fine di riconsiderarla nel suo valore di discorso, narrazione, costituita da intrecci e argomentazioni che funzionano come vere e proprie strategie di identificazione culturale.
L’opera della scrittrice irlandese offre una possibilità valida, e per certi aspetti ancora inesplorata, per conoscere il modo in cui venne creata l’immagine idealizzata della nazione e inventato il mito culturale e politico dell’Irlanda: operazione possibile attraverso la storicizzazione dei testi e la testualizzazione della storia, recuperando, romanticamente, un passato che rinasce per essere reinventato.
Per una più efficace e completa ricezione dell’opera di Lady Morgan, è stata inclusa in appendice una nota di contestualizzazione storica dell’Irlanda, dalle origini alla formazione della Fratellanza Feniana (1858), seguita da una scheda biobibliografica su Sidney Owenson, Lady Morgan.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 PRESENTAZIONE Il presente studio esamina alcune questioni di carattere storiografico, relative al ruolo che l’Irlanda occupa nella ri- definizione del territorio culturale delle letterature in lingua inglese. Alla luce dei contributi elaborati durante la fase di gestazione e sviluppo della storiografia letteraria, discussi nel primo capitolo, si è analizzata l’idea di letteratura come entità dinamica, che, nel rapporto simbiotico con le pratiche culturali, sociali e politiche, eleva la storia letteraria a componente essenziale della Storia totale. L’evoluzione del discorso storico-letterario ha così evidenziato il carattere relativo della tradizionale concezione monistica sulla universalità della letteratura, aprendo l’opera letteraria al confronto con il suo background di riferimento e proponendo un approccio critico e metodologico che interagisca con le dinamiche storiche e politiche, non in qualità di rappresentazioni teleologiche, lineari e deterministiche, ma come strumenti per dare spazio alle linee di confine e ai discorsi periferici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

englishness
identità nazionale
irishness
irlanda
lady morgan
letteratura
studi post coloniali
union act

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi