Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il principio di sussidiarietà nel sistema delle autonomie locali

Le sempre più forti istanze di modernizzazione del sistema politico ed amministrativo, che si levano ormai da più fronti, sono l’immagine speculare di una cultura mutata e di nuove e diverse aspettative dei cittadini nei confronti dell’amministrazione della “ cosa ” pubblica.
L’esigenza di un sistema di poteri pubblici in grado di rispondere prontamente ai bisogni delle singole comunità civili, capace di interventi efficaci e dotato di apparati efficienti, in grado di sostenere lo sviluppo socio-economico del Paese nel rispetto della tutela dei suoi consociati, costituisce il substrato da cui si diparte la crescente richiesta di autonomia delle Regione e degli enti locali.
Scopo del presente studio è ripercorrere la lenta e lunga evoluzione storico-giuridica del principio di sussidiarietà, che costituisce uno dei tratti caratterizzanti del processo riformatore dell’assetto istituzionale italiano.
Il principio in parola, sebbene latente nella Carta Fondamentale del 1948, ha avuto un ruolo centrale nelle recenti modifiche legislative a “ Costituzione invariata ” rappresentando quella condicio sine qua non del passaggio da un’organizzazione centralista dello Stato ad un modello decentrato di riparto delle funzioni amministrative.
Inoltre, la recente riforma costituzionale, che ha investito l’intero Titolo V della Parte II della Costituzione, ha esplicitamente richiamato il principio di sussidiarietà in più disposizioni del novellato testo, conferendo certamente al principio in parola un valore - quello costituzionale, appunto - che fino a qualche tempo fa gli era sconosciuto.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CONSIDERAZIONI INTRODUTTIVE: SVILUPPO ETICO-FILOSOFICO DEL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETA’ Le sempre più forti istanze di modernizzazione del sistema politico ed amministrativo, che si levano ormai da più fronti, sono l’immagine speculare di una cultura mutata e di nuove e diverse aspettative dei cittadini nei confronti dell’amministrazione della “ cosa ” pubblica. L’esigenza di un sistema di poteri pubblici in grado di rispondere prontamente ai bisogni delle singole comunità civili, capace di interventi efficaci e dotato di apparati efficienti, in grado di sostenere lo sviluppo socio-economico del Paese nel rispetto della tutela dei suoi consociati, costituisce il substrato da cui si diparte la crescente richiesta di autonomia delle Regione e degli enti locali. Scopo del presente studio è ripercorrere la lenta e lunga evoluzione storico-giuridica del principio di sussidiarietà, che

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio De Rosa Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6723 click dal 24/03/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.