Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costruzione di un contesto di collaborazione valutativa nei colloqui di idoneità all'adozione

Il progetto di scrivere una tesi sulla valutazione dell’idoneità all’ adozione deriva da un personale interesse nato in un contesto di collaborazione presso un Consultorio Familiare pubblico.
La difficoltà di conciliare le premesse epistemologiche acquisite durante il percorso formativo con l’approccio diagnostico richiesto dalla valutazione, da un lato, e, dall’altro, i pregiudizi sociali e personali legati ai concetti di genitorialità, generatività, famiglia e filiazione, hanno fin da subito stimolato la mia curiosità.
Gli argomenti da affrontare sono molteplici: dal significato che all’adozione è dato nelle diverse esperienze culturali, al percorso storico e legislativo che la società italiana ha affrontato; dal ruolo che le istituzioni devono assolvere, alla necessità di una buona comunicazione e collaborazione tra le stesse; ancora, dalle motivazioni che spingono le coppie a fare la domanda di adozione, all’importanza di poter attuare un percorso valutativo adeguato.
All’interno di questo quadro generale ho affrontato con particolare attenzione il tema dei requisiti di idoneità della coppia, delle informazioni richieste dal TpM, del metodo di indagine e, infine, della prassi giudiziaria non sempre conforme alle informazioni riferite.

Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Il progetto di scrivere una tesi sulla valutazione dell’idoneità all’ adozione deriva da un personale interesse nato in un contesto di collaborazione presso un Consultorio Familiare pubblico. La difficoltà di conciliare le premesse epistemologiche acquisite durante il percorso formativo con l’approccio diagnostico richiesto dalla valutazione, da un lato, e, dall’altro, i pregiudizi sociali e personali legati ai concetti di genitorialità, generatività, famiglia e filiazione, hanno fin da subito stimolato la mia curiosità. Gli argomenti da affrontare sono molteplici: dal significato che all’adozione è dato nelle diverse esperienze culturali, al percorso storico e legislativo che la società italiana ha affrontato; dal ruolo che le istituzioni devono assolvere, alla necessità di una buona comunicazione e collaborazione tra le stesse; ancora, dalle motivazioni che spingono le coppie a fare la domanda di adozione, all’importanza di poter attuare un percorso valutativo adeguato. All’interno di questo quadro generale ho affrontato con particolare attenzione il tema dei requisiti di idoneità della coppia, delle informazioni richieste dal TpM, del metodo di indagine e, infine, della prassi giudiziaria non sempre conforme alle informazioni riferite.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Chiara Borghi Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2466 click dal 29/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.