Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Café Muller di Pina Bausch. Analisi critica

Pina Bausch e il Thanztheatre attraverso l'analisi di uno spettacolo particolarmente significativo: Café Muller (20 maggio 1978)

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Presentazione La danza, le coreografie, i suoi pezzi, il suo lavoro, i suoi danzatori, che cos’è che rende così affascinante Pina Bausch e il Tanztheater? La rottura con la danza tradizionale porta alla creazione di un universo completamente rivoluzionario in cui il movimento è al servizio del sentimento. Tecnica, linee, passi, non sono più fondamentali, ciò che conta è il danzatore come individuo, con tutto il suo bagaglio emozionale. La scena diventa il luogo in cui rappresentare la quotidianità con piccoli gesti, corse, abbracci, silenzi, musica e parole. L’umanità si svela nell’opera di Pina Bausch e in modo particolare nel suo spettacolo- eccezione: Café Müller. Ma perché si tratta di un pezzo insolito? Analisi dello spettacolo, testimonianze di Pina e dei suoi danzatori, recensioni di critici teatrali e i pareri dei “grandi” come Fellini, Bertolucci, Nureyev, mi hanno accompagnato nella ricostruzione della genesi, della messa in scena e del successo di un lavoro essenziale, sincero e violento. Mi sono servita dell’analisi del video dello spettacolo, dei principali testi in italiano sul teatro di Pina Bausch, delle recensioni sul pezzo, pubblicate in occasione della Prima in Italia, a Parma nel 1981 e un anno dopo al Teatro Argentina di Roma, dei siti internet per l’ultimo capitolo su Café Müller e il cinema di Almodòvar. Nella particolarità dello spettacolo si ritrova l’essenza del teatro della coreografa tedesca, che senza automatismi e artifici, interiorizza il linguaggio della danza e mette a nudo l’uomo e la sua costante ricerca d’amore.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sara D'emilio Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12297 click dal 30/03/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.