Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progetto di valorizzazione di un centro storico: il caso Pentidattilo

La tesi di Master si pone l’obiettivo di individuare un sistema “sostenibile” per la valorizzazione e la gestione del centro storico di Pentidattilo un antico borgo di origine calcidese (664 a.C.), situato tra le colline del versante jonico meridionale dell’Aspromonte (provincia di Reggio Calabria) all’interno dell’area grecanica. Il borgo riveste una particolare importanza perché l’antico nucleo, oggi completamente abbandonato, è arroccato ai piedi di una maestosa rupe dalla particolare forma che ricorda le dita di una mano, da cui deriva il nome che in greco significa “cinque dita”. Pentidattilo è inoltre inserito in un territorio, costituito da una serie di centri storici, che si presentano arroccati, costruiti in posizione difensiva per proteggere gli abitanti dalle incursioni, mimetizzati nel paesaggio, quasi invisibili dalla costa, questi centri hanno una caratteristica tipologia insediativa che permette loro il dominio visivo sul territorio circostante fino al mare. A caratterizzare e rendere estremamente frastagliato il sistema territoriale, intervengono anche le numerose “fiumare”, cioè i corsi d'acqua a carattere torrentizio, che solcano l'entroterra creando profondi avvallamenti nel suolo. Si può affermare che le fiumare hanno determinato un “modello insediativo a pettine” connesso al binomio valli-fiumare; infatti la gran parte dei centri sorge a ridosso di questi bacini idrografici e le vie di comunicazione stradali costeggiano in posizione parallela i loro alvei.
Oggi l’antico paese di cui sono state individuate le vocazioni e le potenzialità, è oggetto di recupero e di valorizzazione. L’obiettivo principale della comunità locale e della pubblica amministrazione è quello di inserirlo nel circuito turistico “culturale” e di gestirlo secondo i principi della sostenibilità ambientale, facendo leva sulla valorizzazione della cultura grecanica e sulle risorse endogene locali, sia materiali che immateriali.
Con il progetto si è cercato di individuare: le strategie di valorizzazione che possano utilizzare tutte le risorse presenti sul territorio, per recuperare il borgo sia dal punto di vista storico architettonico, che dal punto di vista culturale e sociale, attraverso la legislazione europea, nazionale e regionale; l’ipotesi di gestione che deve prevedere gli aspetti economici da utilizzare, la tipologia delle risorse ed il rapporto tra pubblico e privato nella gestione del paese.
L’iter metodologico del progetto di ricerca può essere essenzialmente ricondotto a tre fasi: analisi del territorio e di tutte le risorse presenti che possano essere utilizzate nella valorizzazione dell’area in cui Pentidattilo è inserita; analisi SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities and Threats), per analizzare e valutare le caratteristiche del territorio che offrono maggiori possibilità di essere valorizzate, di attrarre risorse e di migliorare le condizioni di benessere sociale dei cittadini; ideazione di strategie di valorizzazione e di ipotesi di gestione che possano creare i presupposti per la realizzazione di un intervento mirato al miglioramento della qualità della vita nell’area.

Mostra/Nascondi contenuto.
Abstract Pentidattilo is an old village of Calcidese origin (it was founded in the 664 b.C.), is situated in the hills facing the Ionian Sea, it is an outlying administrative division of Melito Porto Salvo, located about 30 Km from the administrative centre of Reggio Calabria, at an altitude of 454 metres o.s.l. The ancient village is on the edge of a mountain (the summit is at an altitude of 800 metres o.s.l.) shaped like the five fingers of a hand, from which it takes it’s name Σ Η Θ Ω Η Γ ∆ Ν ΩΛΟ Ρ ] that in ancient greek means “five fingers”. The geographical position and the particular geological formations makes Pentidattilo one of the most charming places and one of the most visited places in the whole region. After a period of splendour, the village suffered a lenghty period of decline, caused above all by floods and earthquakes, leaving the village in the semi- abandoned state that it finds itself in today. Today the potential of Pentidattilo has been recognised and the public administration has the intention of restoring and enhancing the old village. The main aim is to promote Pentidattilo for cultural tourism and to manage it in an environmentally sustainable way, taking advantage of and enhancing the greek area making use of all the local resources. The project aims to identify: ξ (nhancing strategies: to use the all resources of the area; to promote the conservation of the old village from the historical and architectural point of view and from a cultural and social point of view, through the european, national and local legislation. ξ The management project: to identify the management plan, the different resorces and the relationship between public and private management of the old village. 3

Tesi di Master

Autore: Daniele Campolo Contatta »

Composta da 71 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6503 click dal 05/04/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.