Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I comportamenti della pubblica amministrazione in materia espropriativa: tutela giurisdizionale

Introduzione generale

CAP. 1
I COMPORTAMENTI
DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
§.1. Premessa
§.2. Nozione, significato, individuazione del concetto
di “comportamento”
§.3. “Comportamento” e “carenza di potere”

CAP. 2.
IL CONCETTO DI COMPORTAMENTO NELL’AMBITO DELLA MATERIA
URBANISITICA ED EDILIZIA
§.1. Premessa
§.2. Il comportamento e la tutela giurisdizionale in relazione
all’occupazione appropriativa
§.3. Il comportamento e la tutela giurisdizionale in relazione all’occupazione usurpativa
§4. La tutela possessoria e la tutela giurisdizionale
§.5. Quali effetti sull’art. 53 T.U. 327/2001 da parte della
sentenza C.Cost. 204/04
§.6. Il problema del risarcimento dei danni ex art. 35 D.L.vo
80/98 interpretato dalla C.cost. 281/2004
le problematiche delle ordinanze CdS 83/2005 circa la
necessaria o meno pregiudizialità amministrativa
(sostanziale o processuale)
§.7. Conclusioni

-- il tutto aggiornato con la L. 11 febbraio 2005 n. 15. e con giurisprudenza fino all'aprile 2005

Mostra/Nascondi contenuto.
I comportamenti della P.A. in materia espropriativa – tutela giurisdizionale 1 INTRODUZIONE Nell’ambito dell’ampio disegno di riforma della pubblica amministrazione il legislatore, con l’art. 11 comma 4 lett. g) della L. 15 marzo 1997 n. 59 (c.d. legge Bassanini), conferì al Governo la delega ad emettere un decreto legislativo che prevedesse anche “la contestuale estensione della giurisdizione del giudice amministrativo alle controversie aventi ad oggetto diritti patrimoniali, ivi comprese quelle relative al risarcimento dei danno, in materia edilizia, urbanistica e di servizi pubblici” E ciò per “rendere piena ed effettiva la tutela del cittadino nei confronti della pubblica amministrazione, concentrando innanzi al giudice amministrativo – nell’esercizio della giurisdizione sia di legittimità che esclusiva, di cui era già titolare in materia edilizia, urbanistica, e di servizi pubblici – non solo la fase di controllo di legittimità dell’azione amministrativa, ma anche (ove configurabile) quella della riparazione per equivalente, ossia il risarcimento del danno, evitando per lo stesso la necessità di instaurare un successivo e separato giudizio innanzi al giudice ordinario” .1 1 C.Cost. sent. 11-17 luglio 2000 n. 292. Per una visione della questione Trattato di diritto amministrativo a cura di G. Santaniello - vol XX - La giustizia amministrativa- 1997- pag. 150 ss.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Francesco Maria Di Noto Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5100 click dal 18/04/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.