Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema dei controlli interni nelle aziende complesse

Gli scandali finanziari che hanno coinvolto alcune grandi imprese quotate sui principali mercati borsistici mondiali ed i recenti fallimenti di alcuni grandi gruppi industriali italiani hanno avuto un forte impatto emozionale sull’opinione pubblica e su tutti gli stakeholders; ciò ha fatto sì che sia accresciuta notevolmente l’attenzione rivolta ai controlli posti in essere dagli organi di governo delle imprese stesse.
Tali avvenimenti hanno evidenziato l’incapacità dei sistemi di controllo interno esistenti di porre freno a fenomeni di diffusa illegalità che hanno principalmente riguardato il falso nel bilancio e nelle informazioni dirette al pubblico, la creazione di fondi neri e la corruzione delle pubbliche autorità.
Diretta conseguenza di tale stato di cose sono state le pressanti richieste per una radicale riforma dei sistemi di controllo interno da parte del pubblico, delle autorità di governo, delle autorità tutorie e delle associazioni di categoria.
Tale tesi si propone di analizzare quali interventi siano stati effettuati in questa direzione nell’ultimo decennio; obiettivo ultimo del mio lavoro è quello di ribadire ancora una volta quanto siano fondamentali i valori di integrità e di etica personale e aziendale intesi non soltanto come valori sociali, ma come fattori di successo delle aziende.
Ne deriva che la realizzazione di un sistema migliore di corporate governance innesca una logica virtuosa secondo la quale da un più adeguato governo d’impresa discende una maggiore reputazione e dalla stessa un maggiore sviluppo.
Nel primo capitolo vengono illustrati alcuni concetti di carattere generale relativi alla definizione e alla analisi del Sistema di Controllo Interno aziendale; la sua collocazione all’interno del più ampio tema della corporate governance e gli obiettivi che esso si propone di raggiungere.
Il secondo capitolo verte su uno degli attori del sistema di controllo interno: la funzione d’Internal Auditing.
Il capitolo si apre ripercorrendo storicamente la nascita dell’Auditing e la sua evoluzione nel tempo. Di seguito vengono analizzate le principali interpretazioni operative delle revisione interna.
Il terzo capitolo nasce da una mia esperienza concreta attraverso la quale ho avuto la possibilità di dare riscontro alle ipotesi progettuali descritte nei capitoli precedenti.
Il caso esaminato è quello del Maglificio Gran Sasso S.p.A., una società cosiddetta “tipica” del sistema imprenditoriale italiano. Si tratta, infatti, di una società di media capitalizzazione, con una struttura societaria a carattere familiare e con una forte caratterizzazione del “made in Italy”.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE ‹‹Il problema dell’economia di mercato libera è che richiede così tante guardie per farla funzionare›› Neal Ascherson Gli scandali finanziari che hanno coinvolto alcune grandi imprese quotate sui principali mercati borsistici mondiali ed i recenti fallimenti di alcuni grandi gruppi industriali italiani hanno avuto un forte impatto emozionale sull’opinione pubblica e su tutti gli stakeholders; ciò ha fatto sì che sia accresciuta notevolmente l’attenzione rivolta ai controlli posti in essere dagli organi di governo delle imprese stesse. Tali avvenimenti hanno evidenziato l’incapacità dei sistemi di controllo interno esistenti di porre freno a fenomeni di diffusa illegalità che hanno principalmente riguardato il falso nel bilancio e nelle informazioni dirette al pubblico, la creazione di fondi neri e la corruzione delle pubbliche autorità. Diretta conseguenza di tale stato di cose sono state le pressanti richieste per una radicale riforma dei sistemi di controllo interno da parte del pubblico, delle autorità di governo, delle autorità tutorie e delle associazioni di categoria. Tale tesi si propone di analizzare quali interventi siano stati effettuati in questa direzione nell’ultimo decennio; obiettivo ultimo del mio lavoro è quello di ribadire ancora una volta quanto siano fondamentali i valori di integrità e di etica personale e aziendale intesi non soltanto come valori sociali, ma come fattori di successo delle aziende. Ne deriva che la realizzazione di un sistema migliore di corporate governance innesca una logica virtuosa secondo la quale da un più adeguato governo d’impresa discende una maggiore reputazione e dalla stessa un maggiore sviluppo. Nel primo capitolo vengono illustrati alcuni concetti di carattere generale relativi alla definizione e alla analisi del Sistema di Controllo Interno aziendale; la sua collocazione all’interno del più ampio tema della corporate governance e gli obiettivi che esso si propone di raggiungere. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Massi Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12649 click dal 21/04/2005.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.