Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Autorità indipendenti, terzo settore e sussidiarietà nelle trasformazioni attuali dei sistemi democratici

Il presente lavoro ha lo scopo di analizzare diversi fenomeni emergenti negli attuali sistemi democratici, specificatamente le autorità indipendenti, il terzo settore e l'ingresso del principio di sussidiarietà come paradigma politico. La tesi di fondo è che vi sia uno stretto nesso tra questi fenomeni e soprattutto il nesso tra il passaggio ad uno Stato regolatore e l'attuazione del principio di sussidiarietà che vede come principali attori le organizzazioni della società civile. Si procederà a tale analisi tenendo presente le attuali discussioni sullo stato delle liberal-democrazie contemporanee, del welfare state, sulla crisi della rappresentanza e della gestione pubblica delle politiche sociali, procedendo ad un'analisi delle teorie liberali e del dualismo Stato-mercato.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il presente lavoro ha come obiettivo quello di approfondire alcuni fenomeni politico-istituzionali che oggi assumono un enorme rilevanza e che sollevano questioni decisive nel quadro delle trasformazioni degli attuali sistemi democratici. In tale contesto si assiste all «erompere»1 di nuove istituzioni politiche all interno del panorama statale, che non trovano una collocazione adeguata nel quadro della classica tripartizione dei poteri, vale a dire le autorit indi pendenti. Al tempo stesso, si manifesta un rinnovato fermento della societ civile nelle o rganizzazioni di cosiddetto terzo settore che, attraverso dinamiche autorganizzati ve, tentano di sopperire alla crisi odierna dello Stato sociale. Mutano inoltre i rapporti tra la societ e le istituzioni pubbliche, delineando un nuovo principio che va affermandosi negli ordinamenti politici, economici e sociali, cioŁ l idea della sussidiariet . Le democrazie contemporanee si trovano oggi ad affrontare nuove sfide e nuovi «dilemmi»2 che le rendono sempre piø vulnerabili: si assiste ad un generale mutamento che coinvolge le societ , le istituzioni e i processi che li regolano. I fattori di crisi sono molteplici e appaiono sia congiunturali che strutturali. Gli scenari, le identit e i poteri che si affermano in quest e poca di globalizzazione, da un lato riducono la capacit degli Stati naziona li di governare sul proprio territorio e dall altro aumentano la richiesta di regolazione sociale in settori fondamentali per la convivenza civile (l economia, la scienza e la tecnologia, i mass media, le grandi migrazioni, i rapporti internazionali e cos via). Si produce cos un gap tra la domanda sociale e la capacit dei governi di rispondere con politiche efficaci 3 . Nel contempo si strutturano nuove forme di governance secondo logiche di rete in cui non vi Ł piø un attore centrale, bens una diffusione del potere tra attori 1 Alberto Predieri, L erompere delle autorit amministrative indipenden ti, Firenze, Passigli, 1997. 2 Robert Dahl, Dilemmas of Pluralist Democracy, New York London, Yale University Press, 1982, trad. it. I dilemmi della Democrazia Pluralista, Milano, Il Saggiatore, 1996. 3 Cfr. Francesco Gentile, Il problema della burocrazia alla luce del principio di sussidiariet , in Giorgio Vittadini (a cura di), Liberi di scegliere. Dal welfare state alla welfare society, Milano, ETAS, 2002, p. 19.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Stefano Stortone Contatta »

Composta da 230 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4831 click dal 18/05/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.