Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Domenico Capitelli: vita e studi di un liberale nel Mezzogiorno preunitario

La vita e gli studi di un liberale che contribuì con la sua opera a rinnovare l'apparato istituzionale e giuridico del Mezzogiorno negli anni del risorgimento italiano.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO DOMENICO CAPITELLI E I SUOI TEMPI L’Illuminismo, movimento culturale della seconda metà del settecento, caratterizzato dalla fede nel progresso e dall’uso della ragione, teso a lottare contro tutti i residui irrazionali nella vita politica, economica, sociale, morale ed intellettuale, interessò in modo diverso le aree in cui si diffuse. Le idee centrali dell’Illuminismo francese ed inglese trovarono un’interpretazione ed un’applicazione peculiari in Italia. La Lombardia asburgica, investita dal “dirigismo illuminato” di Maria Teresa e di Giuseppe II, la Toscana lorenese, la Napoli borbonica governata per un decennio da Bernardo Tanucci riuscirono ad assorbire, promuovere e diffondere le istanze di rinnovamento attraverso l’attività di un ristretto ma intraprendente gruppo di intellettuali che riuscì a distaccarsi dal tradizionale filone della ragion di Stato per occuparsi di questioni “attinenti ai nodi centrali dell’Italia del tempo”. Il fine ultimo perseguito da intellettuali e sovrani fu quello di contrastare il sistema proprio dell’Ancien Régime (caratterizzato dalla molteplicità delle fonti del diritto e di conseguenza dall’incertezza, dallo strapotere del ministero togato) e ridare allo Stato il potere ad esso sottratto dalle Supreme Magistrature nel corso dei secoli precedenti, ricondurre i magistrati al rispetto della legge, promanazione del solo Stato, riducendone inoltre il potere di

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gennaro Di Marino Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 959 click dal 19/05/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.