Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L' Unione Europea nelle riviste italiane

Il presente lavoro è il risultato di una ricerca volta ad analizzare in che modo alcune riviste italiane (l’Espresso, Panorama, Famiglia cristiana e Gente) pongono in agenda le tematiche riguardanti l’Unione Europea. Quest’ultima è oggi uno dei principali temi su cui si discute. Nel processo di costruzione dell’immagine dell’Unione Europea un ruolo molto importante è svolto dai mass media nazionali, in quanto suppliscono alla mancanza di quelli prettamente europei. Si assiste, però, nella maggior parte dei casi, a processi di nazionalizzazione degli eventi europei.
Gli obiettivi della ricerca sono quelli di determinare: a) come viene rappresentata l’Unione Europea nelle suddette riviste; b) quali argomenti vengono affrontati e chi sono gli attori collegati ad essi; c) quale immagine dell’Unione viene fornita; d) quali posizioni vengono assunte nei riguardi dell’UE. Al fine di rispondere a tali quesiti, la ricerca è stata strutturata in tre capitoli.
Riassumendo, si è iniziato ponendo un quadro argomentativo di riferimento volto a contestualizzare la ricerca su basi teoriche. Nel primo capitolo, infatti, si è effettuato un excursus del processo evolutivo compiuto dalla sfera pubblica, partendo dai suoi albori fino a giungere all’attuale “sfera mediatizzata”. Si è proseguito, poi, parlando delle problematiche incontrate dalla comunicazione dell’Unione nei Paesi membri, evidenziando alcune possibili soluzioni.
Nel secondo capitolo, al fine di delineare l’ambito d’azione dei mass media, sono stati affrontati gli argomenti inerenti i processi da essi seguiti nel selezionare, elaborare e porre in agenda gli eventi-notizia e si è trattato del rapporto tra i mass media italiani e l’Unione Europea.
Nell’ultimo capitolo è stata effettuata l’analisi contenutistica e spaziale degli articoli rilevati nelle suddette riviste, ritenuti attinenti all’argomento della ricerca.
Volendo sintetizzare i risultati più salienti di questa ultima parte del lavoro, si può affermare che nel periodo preso come campione (ottobre2003 - giugno2004) le riviste analizzate hanno evidenziato una bassa copertura giornalistica delle tematiche europee (226 unità in 9 mesi).
Le riviste che si sono occupate in maggior misura dell’UE sono state Panorama e l’Espresso, mentre le altre due (Famiglia cristiana e Gente) hanno trattato soprattutto argomenti di altro genere (quali temi religiosi e di spettacolo).
L’analisi contenutistica delle unità prese in esame ha fatto emergere che la rappresentazione giornalistica dell’Unione è risultata piuttosto variegata, frammentata e settoriale. Sono stati tematizzati, soprattutto, gli argomenti che riguardano i rapporti che intercorrono tra gli Stati membri (28% delle unità), la politica italiana interna ed estera (12%), le elezioni europee (8%), l’allargamento (7%) e la Costituzione (6%). Gli articoli sono stati inseriti in spazi “settoriali”, favorendo così una migliore valorizzazione delle notizie.
Dall’analisi del “frame” della notizia, inteso come costruzione della stessa, è emerso che i settimanali hanno affrontato le tematiche europee in modo prettamente “referenziale”, evidenziando un discorso strettamente denotativo e citazionista.
Il contesto spaziale rappresentato in misura maggiore è stato quello europeo (35% degli articoli), in esso sono stati affrontati soprattutto i temi relativi ai cambiamenti epocali (quali la Costituzione, l’allargamento e le elezioni europee) che l’Unione sta vivendo in questo periodo di “transizione verso una maggiore coesione politica e legittimazione agli occhi dei cittadini europei”. Gli articoli presi in considerazione hanno trattato soprattutto i temi o eventi dell’Unione (61%), sembrerebbe quindi che le riviste analizzate siano poco inclini alla personalizzazione. Però, se si considerano le tematiche europee maggiormente rappresentate, l’attenzione è posta soprattutto sui leader (19%), ciò a svantaggio delle coalizioni nazionali. Gli attori italiani (Prodi e Berlusconi) hanno beneficiato di una maggiore visibilità, evidenziando, quindi, una rappresentazione piuttosto nazionalistica dei soggetti impegnati a livello europeo.
Concludendo, si può affermare che le riviste analizzate hanno manifestato una certa incongruenza perché, se da un lato la copertura giornalistica nel periodo campione è stata piuttosto bassa, dall’altro la maggior parte degli articoli rilevati occupa più pagine; le questioni e gli attori europei sono stati nazionalizzati, ed è emersa una sorta di “euroindifferenza”, sia rispetto all’immagine che viene fornita dell’UE, sia nei riguardi del processo di costruzione delle notizie adottato nelle riviste.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’Unione Europea è oggi uno dei principali temi su cui si discute, o almeno dovrebbe essere così, considerata la sua importanza, non solo per le tappe e le scadenze che stanno portando alla sua piena realizzazione, ma anche a causa delle modalità che tale processo assumerà sia in ambito politico-economico che in quello culturale-sociale. Nel processo di costruzione dell’Europa un ruolo molto importante è sicuramente svolto dai mass media nazionali e per la loro capacità di promuovere una discussione collettiva (e quindi di attivare un’opinione pubblica) sul percorso e sulla natura della nuova configurazione territoriale e per la loro funzione più specificatamente cognitiva e simbolica di “definire le situazioni” (gli eventi di attualità) e di “costruire le rappresentazioni” (le immagini) relative sia all’Unione in sé sia alle singole nazioni che la compongono. Il presente lavoro di ricerca si è posto come obiettivo, capire come le riviste italiane che verranno analizzate (“l’Espresso, Panorama, Famiglia cristiana e Gente”) pongono in agenda le tematiche europee. A tal fine sono stati posti i seguenti quesiti: 1. come viene rappresentata l’Unione Europea in queste riviste? 2. quali argomenti vengono affrontati e chi sono gli attori collegati ad essi? 3. quale immagine dell’Unione viene fornita? 4. quali posizioni vengono assunte nei riguardi dell’Unione Europea? 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Gabriella Venarini Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6695 click dal 19/05/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.