Skip to content

Karol Wojtyla e la fenomenologia: tra filosofia e teologia

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Cecere
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Francesco Fistetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

La tesi guarda al rapporto che Karol Wojtyla definisce, negli anni dei suoi studi in Polonia, con Max Scheler. Si passa da uno studio sul Wojtyla fenomenologo in generale a una più attenta lettura delle Valutazioni sulla possibilità di costruire un'etica cristiana sulle basi del sistema di Max Scheler, il titolo della tesi di dottorato in filosofia ottenuta dal giovane Wojtyla nel 1953. A partire anche dai saggi minori wojtyliani, compresi fra gli anni Cinquanta e Settanta, ho ritenuto opportuno inserire una necessità filosofica che il futuro Pontefice intende determinare: il recupero dell'etica di San Tommaso d'Aquino, punto di incrocio fra la concezione dell'emozione, che Scheler aveva come proprio cavallo di battaglia, e la concezione del dovere ( da Kant ). Solo con l'Aquinate, scrive Wojtyla, si assiste alla completezza della visione del moto attualizzante della vita emotiva. Vale a dire che il filosofo medievale ha da sempre contribuito alla lettura integrale della persona, nella descrizione del passaggio dalla potenza all'atto ( 2 categorie la cui origine è naturalmente aristotelica ). Attenzione particolare è data anche al concetto dell'amore e alla Sequela Christi, di rilevante importanza per chi voglia comprendere un pensiero in maturazione, come quello wojtyliano degli anni Cinquanta . L'amore è scoperta del mondo dei valori. Il disvelamento del Wojtyla filosofo morale è quello dei moti psicologici e filosofici che portarono i discepoli a espandere la " buona novella ", il messaggio dell'amore. Cosa scoprirono i discepoli? Un mondo dei valori ideale o l'ideale mondo dei valori tradotto in realtà ? Come nasce la sequla Christi? Quale differenza dal pensiero scheleriano e quali implicazioni ha il recupero di un'etica che guarda alla persona?
La lettura del testo è agevole, seguendo da vicino gli scritti wojtyliani, per far comprendere almeno qualcuna delle vie che per Wojtyla portano alla riscoperta fenomenologicamente corretta della persona. Passando dall'atto alla persona, visibile come passaggio proprio nel tema della sequela. Una particolare lettura finale è quella della relazione " Amore fecondo e responsabile " del giugno 1978 tenutasi al Cisf , dove appare per il di lì a poco Papa decisiva la maturazione di un pensiero originale sul tema dell'amore, dopo gli studi degli anni Sessanta; con l'integrazione dell'Humanae Vitae di Paolo VI e le ricerche wojtyliane espresse in Persona e Atto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 L’uomo e la sua parola E’ l’incontro con la fenomenologia di Edmond Husserl e dei suoi discepoli Max Scheler, Edith Stein, Roman Ingarden che segna la filosofia wojtyliana insieme al personalismo di Maritain, a San Tommaso d’Aquino, al misticismo della dottrina della fede di San Giovanni della Croce, al recupero della filosofia antica e a tutta la sua esperienza teatrale nella scuola del teatro rapsodico. E’ necessario, quindi, mettere in campo una disceptatio fondamentale per giungere all’idea di filosofia che ha in mente Karol Wojtyła. Inizialmente opteremo, attraverso una biografia intellettuale, per un esame generale dell’opera wojtyliana fino alla sua elezione a successore di Pietro nel 1978, ponendo l’opera di Giovanni Paolo II a volte come punto finale di una Vorbereitung, una preparazione letteraria e teoretica nata nella sua Polonia. Ma naturalmente bisogna anche ricordare come Wojtyła è altro da Giovanni Paolo II, in quanto dal 1978 i suoi testi rientrano, nel loro sconfinato corpus, nella sua attività pastorale e fanno parte del Magistero della Chiesa, pur non mancando testi di densa filosofia come l’enciclica Redemptor Hominis ( 1979 ), la Veritatis Splendor ( 1993 ), l’ Evangelium Vitae ( 1995 ), la Fides et Ratio ( 1998 ). Nell’esame del lavoro di Karol Wojtyła non si può prescindere naturalmente dal suo essere oggi Pontefice. Come il suo pensiero giovanile, anche quello odierno prevede una filosofia capace di engangement, di impegno profondo e di ricerca. Ma perché guarda benevolmente alla fenomenologia? Possiamo rifarci al suo discorso, il 22 marzo 2003, alla delegazione dell’Istituto mondiale di fenomenologia di Hanover, negli Usa. La fenomenologia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi