Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il coinvolgimento dei sensi nel comportamento d'acquisto del consumatore. Il progetto TA MATETE Living Gallery.

Nella prima parte del lavoro verrà tracciato un quadro, di riferimento per il lettore, dell’evoluzione del consumatore e del suo comportamento.
Nella seconda parte, verranno illustrati i mutamenti nelle modalità di consumo, di fruizione dei beni e la riscoperta importanza dei sensi nel processo di decision making, per poi passare ad una analisi della nuova importanza del punto vendita nel processo d’acquisto del consumatore.
Infine verrà analizzato il caso di Ta Matete Living-Gallery, una galleria d’arte in cui il visitatore-consumatore viene immerso in un mondo pieno di stimoli sensoriali, in cui il coinvolgimento dei sensi è l’obiettivo primario, con l’intento di dimostrare quanto un contesto multisensoriale influisca sulle decisioni d’acquisto e sull’attaccamento ai prodotti e alla marca.
Il consumatore ed il suo nuovo ruolo, comunque, rappresenteranno il filo conduttore dell’intero lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione In un nuovo contesto di mercato, sempre più dinamico e globale, la figura del consumatore è in continuo mutamento. Da un mercato product oriented in cui dominavano produttori e distributori siamo passati ad una logica fortemente customer oriented in cui il consumatore finale ha raggiunto, finalmente, il ruolo di attore principale dell’atto del consumo. Il rapporto tra impresa e consumatore deve essere ridefinito, deve cioè passare da semplice monologo a dialogo costruttivo, la fedeltà del cliente diviene l’obiettivo primario delle aziende e questo perché esauritasi la fase della crescita esponenziale dei mercati, in cui hanno dominato strategie offensive, l’impresa si trova oggi a dover ripiegare su posizioni difensive, e come recita un vecchio detto “mantenere un cliente costa assai meno che conquistarne un altro”. Obiettivi puntati, dunque, sul consumatore, ma su un consumatore che ha cambiato pelle, gusti e modi di consumo. Un consumatore “nuovo”, come lo definisce Fabris, più informato, più esigente, un individuo che sa cosa vuole e sa dove trovarlo. Naturalmente il mutamento della società ha influito in maniera

Tesi di Laurea

Facoltà: Coro di Laurea Interfacoltà in Scienze della Comunicazione

Autore: Valentina Pudda Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5172 click dal 17/06/2005.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.