Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La parodia degli stereotipi noir nella prospettiva di Joe R. Lansdale

La tesi compie un excursus storico-culturale dei modelli noir americani, partendo dal modello cinematografico degli anni '30-'40 e da quello letterario dell'hard-boiled, per arrivare al confronto con i modelli noir dello scrittore contemporaneo Joe R. Landsale, mettendone in luce le similarità e le differenze.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il termine stereotipo designa “un’immagine generale prefissata” o “una gamma di caratteristiche che il pensiero comune considera rappresentante di un determinato tipo di persona o cosa”. In psicologia, lo stereotipo rappresenta “qualsiasi opinione rigidamente precostituita e generalizzata riguardo ad un determinato oggetto”. Il regno dello stereotipo è solido, lo dice l’etimologia: stereòs è ciò che è saldo, rigido, ma al tempo stesso anche vuoto, immobile, impermeabile alle esperienze. Lo stereotipo è quindi associabile ad un’opinione rigidamente predeterminata. Gli stereotipi constano in una serie di generalizzazioni diventate patrimonio degli individui, e derivano in gran parte dal processo cognitivo generale conosciuto come categorizzazione. La funzione principale di questo processo consiste nel semplificare e nel sistematizzare l’abbondanza e la complessità di nozioni che la persona riceve dal suo ambiente, al fine di ottenere un adattamento sia cognitivo che comportamentale. In ambito letterario stereotipo delinea un modello di stile, forma e contenuto portato avanti con autorevolezza, svolto in maniera tale da diventare punto di partenza di un filone letterario. I generi letterari assumono gli stereotipi a mo’ di canoni fissi da seguire per ricreare la suggestione di un particolare modello. Ma l’accezione di stereotipo assorbe anche in questo caso una connotazione negativa. Ciò che è stereotipato manca infatti di originalità, ed è spesso considerato un’imitazione poco credibile di un esempio più autorevole. Un’opera che assume uno stereotipo a modello letterario manca di dinamismo e langue di quella capacità di trasformazione che rappresenta il punto fondamentale nell’evoluzione di un genere. Nell’ambito letterario noir gli stereotipi sono definiti da una caratteristica comune, ovvero dalla volontà di rappresentare gli aspetti comuni e quotidiani della realtà. Le tematiche, i personaggi, lo stile vengono delineati attraverso questa componente realistica, che descrive la società in ogni suo aspetto, mettendone in luce

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Claudio De Pasquale Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2006 click dal 21/06/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.