Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il doppio onirico in 'Fight Club'

Il tema del doppio è un tema che ha avuto una forte ricezione sin dall'antichità. Lo scrittore Palahniuk, autore di Fight Club, da cui è stato tratto un film di un certo successo, si rifa al tema in questione in una chiave totalmente nuova, senza tuttavia dimenticare la lunga fortuna che il tema del doppio ha avuto nelle altre letterature

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il tema è un concetto di fondamentale importanza nell’ambito degli studi di critica letteraria. Lo studio della tematologia nasce in ambito positivistico, dove, tuttavia, visse in una condizione, se non subalterna, tuttavia non centrale come oggi. Solo nella seconda metà degli anni Sessanta del secolo scorso, con il lavoro di alcune personalità straniere, quali il belga Trousson, la tedesca Frenzel e l’americano Levin, la tematologia ha ottenuto una sempre maggiore vitalità e si è affermata ancor più con la pubblicazione nel 1993 dell’opera The Return of Thematic Criticism di Werner Sollors; oggi, inoltre, anche gli ormai affermati gay and lesbian studies, gli afro american studies, i gender studies ne riconoscono la profonda centralità negli studi letterari. Se tuttavia siamo in grado di delineare cronologicamente le fasi alterne della tematologia, può risultare molto più complesso dare una definizione dell’elemento che ne costituisce la base: il tema. Il tema è un’entità di difficile definizione per i suoi contorni labili e sfuggenti; esso nasce comunque da un processo soggettivo (Brioschi, Di Girolamo, Fusillo 2003: 181-182) e doppio. Doppio perché, nella tematizzazione, intervengono sia l’autore sia il lettore, l’uno approfondendo particolari significati dell’opera in fieri, l’altro leggendo il testo e scegliendo una propria chiave di lettura, una propria prospettiva. La partecipazione del lettore può aiutarci in una prima definizione di tema: Fusillo (1998: 6) lo definisce come un quadro di riferimento entro il quale leggere un’opera, una sorta di faro che guida il lettore in quel fascio di potenzialità e poliedricità tematiche che è un testo. Altri pensano il tema come uno spazio di tensione fra argomento e senso (Daniele Giglioli 2001: pag. 21), dove per argomento si intende ciò di cui l’opera materialmente parla, mentre per senso definiamo la sensazione oggettiva che permane nei lettori, alla conclusione della lettura. Distinto dal tema, con le problematiche legate alla sua astrattezza, troviamo il motivo che invece possiede una natura profondamente concreta, data dalla sua ben definibile delimitazione testuale; sempre in Giglioli troviamo infatti che Motivo e

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Andrea Geroni Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8831 click dal 23/06/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.