Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Digitale Terrestre e Reality Show: il caso del Grande Fratello interattivo

L’obiettivo della tesi è lo studio delle nuove tecnologie applicate ad un genere televisivo, che già conosce il massimo delle sue potenzialità. Alla base della tesi c’è il tentativo di spiegare se e come il digitale terrestre (ultima frontiera della tecnologia televisiva) e il reality show possano convivere o addirittura ampliarsi l’un con l’altro.
Il lavoro è diviso in tre parti: la prima è una breve introduzione alla storia della televisione italiana, con una particolare attenzione alla nascita e allo sviluppo del reality show. La seconda parte analizza lo sviluppo tecnologico del mezzo televisivo, soffermandosi sulla nascita del digitale terrestre. Dopo aver analizzato i casi esteri, viene affrontato lo studio del caso italiano, con riferimento alla legislazione, all’offerta delle reti, all’interattività e alla tecnologia. La terza parte, infine, vuole essere lo sbocco finale dell’intero elaborato: nella ricerca di quella che era una possibile convivenza tra due grandi sviluppi, della tecnologia da una parte e del format dall’altra, si mettono in campo i punti di forza tra il Grande Fratello interattivo e la piattaforma digitale terrestre.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE                 !"# . $  %   & […]  ' %(  ) "  !   *  +"  , "- . "/0 Mi sembrava interessante utilizzare come prologo della tesi questi versi di Teognide, che nella traduzione italiana suonano: “Cipride, liberami dagli affanni, disperdi le angosce / che divorano dentro, riportami alle gioie dell’animo sereno, / allontana i tristi pensieri […] / tu domi le menti sagaci degli uomini e non c’è / chi sia tanto valente e saggio che non possa sfuggirti”. La scelta di questa elegia, com’è evidente, è stata dettata dal fatto che se si sostituisse a Cipride il termine “televisione”, la breve lirica avrebbe ugualmente senso. La televisione, infatti, è il medium che per eccellenza richiama alla mente momenti di distensione dallo stress quotidiano. La televisione è, inoltre, il mezzo di comunicazione che più si adatta alle diverse esigenze, offrendo programmi sempre differenti e restando sempre e comunque al passo con la tecnologia. Spesso la televisione supera le aspettative, offrendosi al pubblico come specchio di una realtà estremamente evoluta dal punto di vista tecnologico. Tecnologia e programmi televisivi di ultima generazione possono convivere e creare un nuovo modo di fare ed offrire televisione?

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luisa Musesti Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3397 click dal 12/07/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.