Skip to content

Il primo centrosinistra. Gennaio 1962 - febbraio 1963

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Mecenero
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Silvio Lanaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 244

Il " primo centrosinistra " è una analisi storica della prima esperienza di incontro politico fra cattolici e socialisti, nella forma e nelle modalità del governo democristiano di Amintore Fanfani. Gli aspetti indagati nella tesi riguardano in primo luogo l'attività legislativa del ministero fanfaniano, secondariamente gli aspetti più specificamente politici e infine il contesto e le vicende legate alla crisi del connubio Dc-Psi alla fine del 1962.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
VII Introduzione Il primo centro-sinistra della storia repubblicana, il primo esperimento di incontro fra cattolici e socialisti Ł stato, al di l dei successi legislativi, niente di piø che un tentativo politicamente andato a vuoto. L unico legame che lo unisce agli anni successivi, anch essi denominati di centro- sinistra , altro non Ł che il nome stesso di centr o-sinistra : e in quel nome e nella sua mera formalit si possono riconoscere forse gli unici cr iteri sensati per inquadrare in un continuum la storia di dieci anni di quadripartito (con qualche significativa interruzione) prima del ministero neocentrista di Giulio Andreotti. Il governo Fanfani del 1962 Ł stato in sostanza soltanto una ipotesi di centro-sinistra, un centro- sinistra possibile che ha fallito il tentativo di affermarsi stabilmente nella realt . Di fatto, dopo che il presidente della repubblica Antonio Segni sciolse le Camere il 18 febbraio 1963, la rottura fra Democrazia cristiana e Partito socialista era giunta ad un livello tale che il centro-sinistra, come paralizzato, rimase terra di nessuno per molti tr oppi mesi: le sofferte fasi che precedettero poi la nascita, nel dicembre dello stesso anno, del I governo Moro, corrisposero piø ad un ricominciare tutto da capo che ad un continuare un esperiment o iniziato appena un anno prima con fiducia e spirito costruttivo, ma privo ormai di contenuti altrettanto solidi e, soprattutto, altrettanto condivisi. Il progetto alla base del primo centro-sinistra del secondo dopoguerra Ł stato qualcosa di irripetibile, non solo per essere maturato in un clima ricco di dibattiti e di aspettative1 in particolar modo quello a cavallo fra il 1961 e il 1962 , ma s oprattutto perchØ rappresenta oggi forse l unico caso nella nostra storia in cui ci si trov realmen te di fronte alla possibilit di veder poste, contemporaneamente, le basi di tutte le principali riforme economico-sociali di cui necessitava il paese; la concretezza di tale possibilit venne dat a sia dal fondamentale stimolo fornito dalla presenza indiretta del Partito socialista, sia dalla coerenza con cui molte significative figure-chiave dello stesso governo La Malfa in particolare, e p er diversi aspetti anche Fanfani intesero il rapporto con il programma: le fonti e i documenti di quegli anni sono una prova inequivocabile che a lavorare per il pieno adempimento degli obiettivi legislativi, nessuno escluso, vi fosse proprio lo stesso presidente del consiglio, il quale si battØ in prima persona affinchØ il centro-sinistra raggiungesse con successo il suo traguardo piø ambizioso, la nascita delle regioni a statuto ordinario. 1 Silvio Lanaro a proposito ha sottolineato che il centrosinistra fu «l unico esperimento progettato con qualche chiaroveggenza, provvisto di input strategico e preceduto da una discussione di ragguardevole dignit culturale» (S. Lanaro, Storia dell Italia repubblicana, Venezia, Marsilio, 1992, p. 326-327).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

andreotti
centro-sinistra
centrosinistra
dc
fanfani
fanfaniano
la malfa
moro
nenni
nota aggiuntiva
psi
riforme

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi