Skip to content

Lavoro e malessere psicologico. Stress e Mobbing

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Rubino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Ivetta Ivaldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

Tra il fenomeno del Mobbing e lo Stress intercorre un rapporto di causa-effetto: il Mobbing provoca lo Stress, che una volta sviluppatosi amplifica ed incide sul Mobbing, orientando il fenomeno verso una condizione sempre più negativa. In questa affermazione si ritiene che una persona possa vivere esperienze di Stress sul lavoro, causate dagli impegni quotidiani che portano i lavoratori a rispettare le scadenze, a soddisfare i superiori che spesso sovraccaricano i subordinati, ad affrontare conflitti quotidiani che possono bloccare momentaneamente il proprio lavoro, a vivere delle soddisfazioni personali che rendono più piacevole lo svolgimento della propria attività.
Quando però si verifica un caso di Mobbing, il lavoro diventa il luogo e lo strumento per colpire le vittime. Sul lavoro avvengono la maggior parte delle persecuzioni, che si realizzano attraverso sabotaggi e boicottaggi sulle prestazioni del mobbizzato.
Una delle principali caratteristiche del Mobbing è quella di avere una lunga durata nel tempo, se consideriamo che la vittima non è consapevole di essere tale, allora possiamo ritenere che questa vivrà uno Stress molto forte per le continue persecuzioni che dovrà subire. Il Mobbing è quindi la causa prima dello Stress, il quale, provocando gravi somatizzazioni visibili sempre dalla vittima, produce di conseguenza un secondo stadio dove la condizione di Stress orienta lo sviluppo del Mobbing. Quando la vittima prende coscienza del peggioramento del proprio stato di salute, comincia a considerare se stessa in modo molto diverso rispetto all’ambiente in cui opera.
Questa condizione di malessere modificherà anche molte relazioni esterne al lavoro, provocando un ulteriore aggravamento della condizione della vittima. Lo Stress ha quindi la proprietà di peggiorare le condizioni della vittima, ma quest’ultima non è consapevole che i propri problemi stanno nascendo dal Mobbing.

Le persone stressate diventano mobber molto più facilmente che in altri casi. Quando si trovano in situazioni considerate estreme per la loro sopravvivenza esistenziale possono facilmente accedere a comportamenti radicalmente persecutori. Lo Stress di questi soggetti nasce dalla percezione a lungo termine di essere incapaci di affrontare la difficoltà che incombe innanzi a loro. L’amara prospettiva di subire un taglio ai finanziamenti di una ricerca che si sta conducendo, l’eventualità di essere licenziati o di essere trasferiti, pone il soggetto in una condizione di Stress che potrebbe disorientarlo. Si verificano di frequente dei comportamenti persecutori, dove anche il mobber subisce i danni della persecuzione. Oppure si cerca di svilire l’immagine dell’altro per influenzare negativamente il giudizio della Direzione aziendale verso la vittima.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il lavoro è uno degli elementi centrali della vita dell’uomo non solo perchè occupa in termini di tempo una parte consistente della sua esistenza ma anche per l’importanza che assume a livello personale e sociale. Il piacere del lavoro, ed il senso di realizzazione, possono derivare dallo svolgere una determinata mansione tecnica che permetta di fare nuove esperienze e di imparare ad utilizzare la propria abilità lavorativa e quindi di migliorare la stima di sé. Altrettanto importante è anche l’area dell’autonomia e della responsabilità, in quanto il soggetto considera particolarmente importante la possibilità di avere, compatibilmente al suo ruolo, la possibilità di scegliere, decidere, incidere sul suo lavoro. Il lavoro è poi un qualcosa che coinvolge lo status sociale, per cui rappresenta un’attività che può portare ad un prestigio personale: nell’uomo esiste il desiderio di raggiungere un certo tipo di status sociale sia dal punto di vista monetario che da quello più strettamente sociale. Lo status può essere un obiettivo strettamente individuale, quanto un mezzo per comparare se stessi ad amici, conoscenti, familiari, colleghi. Lo scopo del denaro, in questo contesto, rappresenta una meta significativa che permette il raggiungimento dello status desiderato. Sempre dal punto di vista espressivo il lavoro rappresenta anche un’attività moralmente corretta: il lavoro è sentito come un qualcosa che ricopre una funzione prescritta nella società e quindi considerata giusta e corretta. Una risorsa è scarsa quando non è sostituibile con nulla, il lavoro si sostituisce con altro lavoro. Tale particolarità lo rende estremamente necessario per una persona, portandolo spesso al di sopra degli effetti e delle amicizie. L’importanza attribuita allo svolgimento di un’attività ha favorito e favorisce l’esistenza del mito del posto di lavoro: il fatto stesso di trovare un’occupazione sembra il raggiungimento di una meta tra le più ambite possibili. Non lavorare significa non contribuire allo sviluppo della propria società e quindi, indirettamente, della propria vita. Inoltre, il lavoro è percepito come un fornitore di soddisfazione relativo alle esperienze interpersonali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

lavoro
malessere psicologico
mobbing
stress
stress e mobbing
violenza psicologica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi