Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il podcasting: la radio fai da te sul web.

Probabilmente sono poche le persone che prima d’ora hanno sentito parlare di Podcasting o, come viene chiamata in Italia, radio fai da te. Questo perché purtroppo nel nostro paese il fenomeno non è ancora molto conosciuto a differenza della popolarità di cui gode negli Stati Uniti, il suo paese d’origine.
Nel mese di novembre, quando ho iniziato ad approfondire l’argomento, il podcasting aveva soltanto tre mesi di vita e in Italia era quasi del tutto sconosciuto. In principio, per cui, ho dovuto far riferimento, nella raccolta delle informazioni, esclusivamente a fonti on-line straniere, in particolare statunitensi, ma questa situazione apparentemente svantaggiosa mi ha dato la possibilità di seguire e monitorare i primi passi e l’evoluzione delle radio fai da te in Italia e all’estero.
Ho potuto infatti analizzare nei dettagli la loro storia nel momento in cui si scrivevano le pagine più significative, assistendo alla diffusione su scala mondiale e tentando di indicare le possibili linee di sviluppo future.
La parte centrale della mia ricerca è stata (però/invece) dedicata al funzionamento tecnico del podcasting sotto tutti i suoi aspetti, ho infatti analizzato il procedimento sia dal punto di vista del semplice consumatore sia dal punto di vista del produttore fornendo linee guida a chiunque volesse inserirsi, in modo attivo, nel mondo delle radio fai da te.
Il podcasting nasce sia come evoluzione delle tradizionali web radio sia come risposta alla crescente esigenza di soddisfare il bisogno di personalizzazione nella fase di consumo dei prodotti mediali che ai giorni nostri coinvolge tutti i maggiori mass media. Il podcasting, infatti, fornisce sia la possibilità di creare una radio personalizzata, il cui palinsesto è composto soltanto da ciò che vogliamo ascoltare, sia la possibilità di scegliere spazi e tempi di fruizione più adatti alle nostre esigenze personali.
Il podcasting si sviluppa da un idea di Adam Curry, ex veejay di Mtv, al quale è riconosciuto il merito di aver individuato una nuova modalità di impiego di tecnologie già esistenti, la cui differenza principale rispetto ai sistemi già presenti sul web è data dall’automatismo delle operazioni di download dei nuovi contenuti pubblicati in rete e dalle possibilità di creare un palinsesto radiofonico personalizzato.
Il funzionamento del podcasting è facilmente riassumibile. Sul web sono presenti siti che più o meno quotidianamente pubblicano contributi audio in formato Mp3 detti podcast contenenti show radiofonicidi varia natura. Dopo aver Installato sul nostro pc un programma d’aggregazione di file basato sul formato RSS progettato per il podcasting ed aver fornito al programma la lista degli indirizzi dei siti di nostro interesse, ogni qualvolta ci connetteremo alla rete verranno automaticamente depositati sul nostro computer tutti i nuovi podcast pubblicati dai siti da noi indicati in precedenza.
In questo modo disporremo di tutto il materiale necessario per creare la nostra radio personalizzata. Potremo ordinare i programmi che abbiamo scaricato nella sequenza che più ci piace e ascoltarli quando e dove vogliamo tramite pc o lettore mp3. Avremo così una stazione radio che trasmette solo ciò che è di nostro interesse e che rispetta i nostri tempi.
I siti che pubblicano podcast sono in continuo aumento come lo è la varietà di argomenti che vengono trattati. Abbiamo percui l’opportunità di trovare approfondimenti su una vasta gamma di temi che nella programmazione di una radio tradizionale non troverebbero mai spazio.
Questo è anche reso possibile dalla semplicità con la quale chiunque munito di un microfono, un pc e qualche buona idea possa lasciare il proprio contributo on line. Per ora infatti il Podcasting gode di una totale libertà in termini legali ed economici ma già ,soprattutto in america, dove il podcasting ha grande visibilità e diffusione, si teme che le oligarchie mediali stabiliscano delle barriere artificiali per scopi commerciali talmente insormontabili da escludere la gente comune da questo fenomeno nato per lei.


Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Questo ricerca si propone come scopo quello di metter luce su un nuovo fenomeno sviluppatesi in rete: il Podcasting, noto in Italia come “ radio fai da te”. Considerato come un ennesimo esempio della crescente personalizzazione dei media il Podcasting può essere ritenuto un punto di incontro tra i giornali personali della rete, i blog, e le radio on-line conosciute anche come web radio. Si tratta infatti di un sistema che permette di scaricare in automatico contributi audio, chiamati “podcast”, pubblicati da siti di news o più frequentemente da blog sfruttando le potenzialità del linguaggio XML e più in particolare del formato RSS. Parliamo per cui, più che di una nuova tecnologia, di una nuova modalità di impiego di tecnologie già esistenti, la cui differenza principale rispetto ai sistemi già presenti sul web è data dall’automatismo delle operazioni di download dei nuovi contenuti e dalla possibilità di creare un palinsesto personalizzato. L’analisi seguente sarà strutturata in tre capitoli. Il primo verrà dedicato a una breve descrizione delle fondamenta sulle quali si basa il podcasting: internet, i blog e le web radio. La parte centrale è quella principale. Qui, infatti, cercherò di esporre in modo chiaro e semplice in cosa consiste il fenomeno dedicando spazio alla sua storia, iniziata nel 2004 negli Stati Uniti, per poi soffermarmi sul suo funzionamento tecnico fornendo nozioni necessarie per chi volesse usufruire di questa nuova opportunità messa a disposizione dalla rete e per chi intendesse spingersi oltre passando dalla parte della produzione di podcast, diventando così podcaster. Nel terzo e ultimo capitolo monitorerò, grazie all’aiuto del motore di ricerca Google, la diffusione del podcasting. Mi soffermerò in particolare sulla situazione statunitense dove il fenomeno coinvolge un vasto numero di persone e sulla situazione italiana dove al contrario la radio fai da te non gode, per il momento, di una grande visibilità. Concludendo porterò pareri e testimonianze riguardo al podcasting delle voci più autorevoli legate alla nascita e allo sviluppo della radio fai da te.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Sara Piazzalunga Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9741 click dal 04/08/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.