Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La metrologia della valutazione nella scuola elementare

Tesi sperimentale in Pedagogia Sperimentale dal titolo “La metrologia della valutazione nella scuola elementare”. Relatore: Prof. Benedetto Vertecchi. Correlatore: Prof.ssa Daniela Olmetti Peja.
Lo scopo della tesi è stato quello di valutare l’attendibilità delle misurazioni delle prove di verifica, ovvero verificare la costanza delle misure attribuite da più correttori alla stessa prova e al ripetersi della correzione della stessa prova nel tempo.
Sono state costruite e somministrate prove di verifica di tipo aperto (tema) e a saggio breve a circa 100 alunni di classe quinta, al fine di verificare le competenze ortografiche, sintattiche e lessicali di lingua italiana in possesso dei suddetti allievi all’inizio dell’anno scolastico. Le insegnanti coinvolte nella sperimentazione hanno corretto tutti gli elaborati di tutti gli alunni, effettuando correzioni libere e codificate, entrambe ripetute a distanza di due settimane l’una dall’altra. Si sono poi confrontati i risultati delle operazioni di correzione, sia libera sia codificata, tramite l’analisi e il confronto dei punteggi attribuiti dai vari correttori agli stessi elaborati.
Dall’attività sperimentale svolta è emerso che è possibile effettuare misurazioni-valutazioni con un buon livello di attendibilità, ovvero la possibilità di esprimere lo stesso giudizio valutativo indipendentemente dalla persona che lo emette o dal fatto che possa farlo in tempi diversi. L’individuazione, la definizione e la condivisione di criteri di verifica e di valutazione cui uniformarsi si configurano come le azioni indispensabili per evitare o ridurre errori di giudizi valutativi, fonte, talvolta, di forti discordanze tra docenti di ordini diversi di scuola.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE Il miglioramento della scuola si realizza soprattutto attraverso processi di innovazione che si sviluppano dentro la scuola, e che agiscono su fattori quali la motivazione degli insegnanti e il miglioramento dei contesti educativi. Una delle strategie di miglioramento è la valutazione: essa si configura come riflessione sistematica sui processi e i risultati dell’azione educativa di una istituzione in relazione alle sue finalità. Tale riflessione si fonda su informazioni il più possibile esaustive e corrette in modo da apportare le modifiche necessarie a migliorare il contesto. La valutazione degli apprendimenti conseguiti dagli alunni si inserisce nel più ampio quadro della valutazione di istituto, nella quale la valutazione degli esiti degli apprendimenti ne costituisce solo un segmento. Sovente si verificano situazioni nelle quali, come insegnanti, ci si trova in difficoltà per aver espresso un giudizio non accettato o non condiviso da altri colleghi, circa la condizione di apprendimento di un alunno. Si è portati allora a giustificare e a sostenere la propria posizione, adducendo motivi più o meno validi, con la fermezza di chi sta nel giusto. E certamente ciascun docente ha ragione, poiché ogni

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Luciana Mazzocchi Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11143 click dal 07/09/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.